Tu sei qui

MotoGP, KTM Tech3 dà l'addio a Syahrin: nel 2020 arriva Brad Binder

Sarà il primo sudafricano a correre in MotoGP e ritroverà al suo fianco Miguel Oliveira, già suo compagno di squadra in Moto2 e Moto3

MotoGP: KTM Tech3 dà l'addio a Syahrin: nel 2020 arriva Brad Binder

KTM ha già deciso: nel 2020 non ci sarà più posto nel team Tech3 per Syahrin e accanto al Miguel Oliveira ci sarà Brad Binder,  con cui aveva già corso come compagno di squadra sia in Moto3 sia in Moto2. L’annuncio è stato dato oggi e il prossimo anno Brad diventerà il primo sudafricano ad avere mai corso in MotoGP.

Binder ha già avuto un assaggio della RC16, infatti da ieri è a Brno sulla KTM mille insieme ai collaudatori Dani Pedrosa e Mika Kallio.

È incredibile avere questa opportunità - il primo commento di Binder - Voglio dire un enorme grazie a KTM, al team  Tech3, al mio manager e alla mia famiglia per avermi aiutato a raggiungere la classe regina e per avermi permesso di  provarci. È una sensazione straordinaria e un sogno che diventa realtà. Quando si cresce,  è questo l'obiettivo che ci si prefigge, essere in MotoGP con i migliori piloti e moto del mondo, quindi ora provo una sensazione incredibile".

Pit Beirer, Direttore Motorsport di KTM, ha aggiunto: “avere potuto firmare con Brad Binder per il nostro progetto MotoGP è un momento emozionante perché è con noi già da cinque anni ed è stato campione del mondo con noi. Abbiamo una storia forte alle spalle e un legame altrettanto forte e siamo davvero felici che continui con noi. È chiaro che abbiamo tutti una grande sfida davanti a noi e ci sentiamo anche responsabili nei suoi confronti di essere in grado di continuare su questo buon percorso che abbiamo intrapreso insieme. Ci piace anche il fatto che Brad abbia questo stile di guida peculiare che gli permette di spingere una moto al massimo. Abbiamo la sensazione che lui sia perfetto per noi e non vediamo l'ora di vedere come si comporterà e quale sarà il suo approccio alla MotoGP.  Sono sicuro che potrà aggiungere qualcosa in più perché l'ha fatto con ogni moto su cui ha corso finora e sarà un punto di forza non solo per noi ma per tutti gli appassionati della MotoGP".

"Brad è un pilota  che seguo da quando ha iniziato a correre nella Rookies Cup e più tardi nella Moto3 - ricorda il team manager di Tech3 Hervé Poncharal - Penso che avere Miguel Oliveira e Brad Binder riuniti con noi l'anno prossimo sia qualcosa che dimostra che l'organizzazione e la strada presa  della KTM stanno funzionando. Sarà una squadra forte, perché penso che ci sarà un ottimo rapporto tra lui e Miguel. Non ci sono mai stati dubbi sul fatto che questa è la formazione che volevamo avere e vorrei ringraziare KTM per il suo investimento e Red Bull per il suo supporto. Vorrei dare un caloroso benvenuto a Brad e dirgli che lo seguiremo ancora più da vicino durante la seconda parte della stagione della Moto2. Sono sicuro che vincerà alcune gare, magari lotterà per il titolo, e siamo pronti a lavorare con lui dal test di Valencia".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti