Tu sei qui

SBK, Rea si prende anche il warmup, 2° Sykes, 5° Bautista

Lo spagnolo incassa otto decimi dal Cannibale, mentre Razgatlioglu è terzo seguito dalla Yamaha di Lowes, 8° Davies, 10° Melandri

SBK: Rea si prende anche il warmup, 2° Sykes, 5° Bautista

Cielo sereno e pista asciutta: si apre così il warmup della domenica mattina, ovvero l’ultima occasione per affilare le armi in vista della Superpole Race (al via ore 12) e di Gara 2 (al via ore 15). Questa volta non c’è la pioggia complicare i piani, ma poco importa, dal momento che Rea si rivela nuovamente una certezza. Il Cannibale fissa infatti il riferimento della sessione in 1’27”350, precedendo di 138 millesimi il suo ex compagno di squadra, ovvero Tom Sykes.

Poi i distacchi aumentano, dal momento che la Kawasaki di Toprak Razgatlioglu incassa ben  mezzo secondo da quella del quattro volte iridato (+0.505). È andata sicuramente peggio ad Alvaro Bautista (+0.829), chiamato a reagire dopo la caduta di ieri che gli ha fatto perdere la leadership iridata. Il pilota Ducati ha inaugurato la domenica col quinto tempo, rimediando ben otto decimi dalla vetta. A quanto pare l’alfiere Aruba è ancora alla ricerca della giusta strada con la Rossa sul tracciato di Donington.

Ha saputo fare meglio di lui per soli 97 millesimi la Yamaha di Alex Lowes, la più veloce alla domenica mattina, mentre settima quella di Loris Baz, preceduta dalla Kawasaki di Leon Haslam, quest’ultimo ieri sul podio. Tornando in casa Yamaha, Melandri si è dovuto accontentare del decimo crono incalzato dall’olandese Michael van der Mark, quest'ultimo non proprio al top della forma dopo la violenta caduta rimediata nelle FP2 di Misano che hanno comportato la frattura del polso con conseguente operazione meno di due settimane fa.

Faticano anche le Ducati. A parte il quinto posto di Bautista, soltanto ottavo Chaz Davies seguito dalla BMW di Hickman, mentre sedicesimo Rinaldi tra le Honda di Kiyonari e Delbianco.  

Articoli che potrebbero interessarti