Tu sei qui

Moto3, Leopard Power: Dalla Porta vince ed è in testa al Mondiale

Il compagno di squadra Ramirez arriva 2° e toglie punti importanti a Canet (3°). Ai piedi del podio Fenati, davanti a Fernandez e McPhee

Moto3: Leopard Power: Dalla Porta vince ed è in testa al Mondiale

Lorenzo Dalla Porta ha rotto la maledizione e al Sachsenring ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale. Non è stata una gara semplice, perché Canet, suo rivale nel Mondiale, partiva 20° ma è riuscito a rimontare fino alle prime posizioni.

Si è deciso tutto a poche curve dalla fine, quando prima Lorenzo e poi il suo compagno di squadra Ramirez hanno sorpassato lo spagnolo, relegandolo sul terzo gradino del podio. La vittoria di Dalla Porta gli vale anche il primo posto in classifica, con 125 punti contro i 123 di Canet, mentre Antonelli è 3° a 87.

"Finalmente ho vinto, è bellissimo andare in vancanza così, non posso crederci. Non ero al meglio sulla moto in questi giorni, ma sono riuscito a dare qualcosa in più in gara" il commento di Lorenzo.

Bella gara di Fenati, fuori dal podio per 65 millesimi, mentre il vincitore di Assen Arbolino non è andato oltre al 15° posto.

LA GARA - Ottima partenza di Fenati che, scattando dalla 5ª posizione, si mette davanti a tutti alla prima curva, davanti a Ramirez e Toba. Alla terza curva, il primo incidente in mezzo al gruppo, con Rodrigo e Lopez che vanno a terra. Intanto Dalla Porta di porta alle spalle del terzetto di testa e Arbolino rimonta una posizione dopo l’altra, mentre Canet è a metà classifica.

Un’altra caduta alla curva 3 al secondo giro: a terra Booth-Amos.

Al terzo giro Ramirez rompe gli indugi, supera Fenati e si mette al comando, anche Dalla Porta salta Romano. Il primo gruppo è formato da Ramirez, Dalla Porta, Fenati, Kornfeil, Sasaki, Arenas, Toba, McPhee e Oncu. Arbolino è 10° e cerca di ricucire lo strappo.

Davanti Ramirez si mette alla guida e detta il passo per evitare che Arbolino e gli altri li riprendano, ma Tony si avvicina, Canet è ai margini della zona punti in lotta con Antonelli.

All’ottavo giro Arbolino rientra nel gruppo di testa, ora guidato da Dalla Porta, che tenta il forcing non riuscito al suo compagno di squadra. Neppure Lorenzo ce la fa, Fenati nelle prime posizioni.

Al 10° giro ci riprova Ramirez che mette qualche decimo fra lui e McPhee, poi passato da Dalla Porta. Il gruppo è lunghissimo, formato da 21 piloti.

A metà gara, Dalla Porta è a una manciata di decimi dal compagno di squadra, con McPhee e Kornfeil in scia. Canet è fuori dalla zona punti.

Un altro giro e il vantaggio di Ramirez si è annullato, il gruppo è di nuovo compatto, mentre Arenas e Toba cadono alla prima curva.

Con il gruppo compatto, ricominciano i sorpassi: Ramirez, McPhee, Dalla Porta, Kornfeil Sasaki e Fernadez sono i piloti davanti a tutti a 10 giri dalla fine. Canet si tocca con Arbolino e perde un paio di posizioni.

A 9 giri dalla fine è Fenati a tentare lo strappo, ma neanche lui ha successo, mentre Sasaki non sembra più riuscire a tenere il passo dei migliori. Alle sue spalle c’è Suzuki, che prova a riportarsi sui migliori.

A 5 giri dalla fine c’è Dalla Porta davanti a tutti, con Fenati alle sue spalle. Rimonta Canet, ora 9°. Suzuki ha ricucito lo strappo e ora sono 15 i piloti che possono giocarsi almeno il podio.

A 4 giri dalla fine, Canet è 5°, che sportella Fenati per passarlo.

A 3 giri dalla fine Canet con una staccata fantastica si mette al 2° posto alla prima curva dietro a Dalla Porta.

A 2 giri dalla fine, alla prima curva Ramirez è 1°, Dalla Porta 2° e Canet 3°.


Ultimo giro: Ramirez, Canet, Fenati e Dalla Porta sul traguardo.Alla prima curva Canet si mette 1° con Dalla Porta alle sue spalle. Lorenzo lo passa a 3 curve dalla fine, come anche Ramirez, Canet si deve accontentare del 3° posto, davanti a Fenati, Fernandez, McPhee, Ogura, Suzuki, Sasaki e Kronfeil. Antonelli è 12°, Arbolino 15°, Nepa 18°, Migno 19°, Rossi 22°. Caduti nel corso dell’ultimo giro Foggia e Vietti, come anche Binder.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti