Tu sei qui

MotoGP, Miller: "Sapevo di avere potenziale con la Michelin dura"

"Onestamente non ho ancora preso una decisione finale sulle gomme, perché per motivi diversi sembrano tutte funzionare abbastanza bene. In gara ci saranno delle sorprese"

MotoGP: Miller: "Sapevo di avere potenziale con la Michelin dura"

E' stato la migliore Ducati in pista al Sachsenring, Jack Miller.
Con Petrucci, Dovizioso e Bagnaia rispettivamente 12°, 13° e 17° Jackass ha stupito con un ottimo quinto tempo a mezzo secondo da Marquez.

"Avevamo già fatto dei giri simili al mattino, quindi sapevo di avere quel potenziale in qualifica con la gomma dura - ha spiegato l'australiano - L’avevo provata per una simulazione in condizione gara ed ero stato velocissimo, ma volevo provare la morbida per esserne certo. Quando l’ho montata mi sono ritrovato a non avere confidenza ed ho scelto di puntare sulla dura anche in qualifica, ed ha pagato".

Il Sachsenring non è una delle piste favorevoli alla Ducati GP19, ma Miller ha guidato bene. Ed ha cercato il risultato.

"Sul finale della qualifica ho in ogni caso provato a montare una morbida ed ho migliorato anche il mio riferimento nel secondo settore, che era il mio punto debole. Solo che arrivato a quel punto avevo già sei giri sulla gomma anteriore, che erra troppo affaticata e quindi non ho fatto meglio. In ogni caso sono quinto e solo la prima Ducati in pista, in seconda fila.
Questo è quello che è venuto fuori dalla qualifica e direi che non posso lamentarmi. Quelli davanti hanno un passo migliore, ma se parto bene posso cercare di restare attaccato e magari sfruttare qualche buona occasione".

Il team Pramac ha lavorato con metodo, e Jack non si è risparmiato.

"In FP4 ho cercato di capire che gomme usare, ma mentre spingevo con delle medie che avevano circa 16 giri ho rischiato di cadere un paio di volte e ho pensato di rientrare per montare delle morbide, anche perché quasi nessuno ha spinto oggi sulle morbide per parecchi giri, quindi volevo provare a portarle molto avanti per capire meglio che scelta fare. Secondo me domani sul finale in tanti avranno problema".

Ciò potrebbe far pensare che Jack Miller abbia la soluzione, il bandolo della matassa, in mano. Ma non è così.

"Onestamente non ho ancora preso una decisione finale sulle gomme, perché per motivi diversi sembrano tutte funzionare abbastanza bene. Secondo me domani dovremo fare qualche ragionamento dopo il warm up anche cercando di capire la temperatura e dopo sceglieremo quali gomme portare in griglia".

Audio raccolto da Marco Caregnato

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti