Tu sei qui

MotoGP, FP2 Sachsenring, Marquez leader su Rins e Quartararo. Rossi in Q2

Lo spagnolo unico a scendere sotto il muro del 1'21, mentre Quartararo ha incrociato Morbidelli lento in pista, buttando il suo miglior giro. Petrucci, Dovizioso e Rossi chiudono la top ten

MotoGP: FP2 Sachsenring, Marquez leader su Rins e Quartararo. Rossi in Q2

Marc Marquez è tornato nel pomeriggio ad essere imprendibile per chiunque al Sachsenring, una sorta di salotto di casa per il campione della Honda. Unico a scendere sotto il muro del 1'21, Marc non si è limitato a sfidare il cronometro nella seconda sessione di libere in Germania, ma ha anche portato avanti il lavoro di sviluppo della già affilatissima RCV 213. Durante la sessione ha infatti alternato l'utilizzo del telaio che definiremmo classico con la versione con pellicola in carbonio che hanno la funzione di alterare la rigidità dello stesso.

Un lavoro che non ha tuttavia rallentato Marquez, in grado di mettere in riga i rivali mettendo in chiaro di non avere alcuna intenzione di abdicare in Sassonia, dove vince ininterrottamente dal 2010. Ad insidiarlo oggi ci sono stati Alex Rins e Fabio Quartararo, già protagonisti anche nella prima sessione e confermati al top anche nella seconda. Tuttavia entrambi hanno incassato oltre tre decimi da Marquez, ma mentre Rins sembra essere riuscito a tirare fuori il massimo dalla propria Suzuki, la sensazione è che Quartararo sia stato frenato da Morbidelli proprio quando era pronto a limare il proprio riferimento.

Franco si è infatti trovato in piena traiettoria e procedendo a passo lento mentre stava sopraggiungendo Fabio, che non ha affatto gradito il contrattempo gesticolando in maniera abbastanza evidente in direzione del proprio compagno di team. I commissari potrebbero anche valutare di intervenire nei confronti di Morbidelli, ma al momento non c'è nessuna comunicazione ufficiale in merito.

Ha chiuso in quarta posizione il venerdì del Sachsenring Maverick Vinales, che ha alternato sulla propria moto le due forcelle a disposizione nel proprio box, una tradizionale e l'altra dotata di foderi in carbonio. Lo spagnolo sta lavorando di fino sulla propria M1, ma la sensazione è che abbia ormai trovato un'ottima base di assetto per tutte le piste. Maverick riesce ad essere costantemente competitivo ed assieme a Marquez è quello accreditato del miglior passo in vista della gara.

Ennesima ottima prestazione di Pol Espargarò, oggi 5° in sella alla KTM a poco più di mezzo secondo da Marquez. Un risultato assolutamente di rilievo, che conferma quanto la moto austriaca sia cresciuta, almeno nelle mani dello spagnolo. Sesto Cal Crutchlow, che non sembra avere particolari problemi con la tibia fratturata e sta continuando a macinare chilometri in sella alla sua Honda, mentre alle sue spalle ha chiuso Jack Miller, primo pilota Ducati in classifica.

L'australiano del Team Pramac si è trovato infatti a precedere le due GP19 del Team Ducati Factory, con Petrucci che ha strappato solo in extremis un posto al sole per il momentaneo passaggio in Q2, mentre Dovizioso, nono oggi, stava come al solito lavorando sul passo gara, dimostrando un buon stato di forma. Dovi ha montato una morbida quando mancavano meno di 6 minuti alla bandiera a scacchi della sessione, riuscendo a strappare un riferimento utile a guadagnarsi un posto nei dieci.

Il pomeriggio di Valentino Rossi è invece stato leggermente meno positivo rispetto al mattino, con il pilota Yamaha in grado di rientrare nei 10 qualificati alla Q2 ma meno brillante rispetto a quanto visto in mattinata. Rossi ha migliorato il proprio crono del mattino di oltre 4 decimi, ma i rivali sono riusciti a fare anche meglio.

Fuori dalla top ten sono finiti Morbidelli, 12° al termine della Fp2, e Andrea Iannone, che pur avendo migliorato il proprio riferimento del mattino non è riuscito a strappare una posizione migliore in classifica. E' andata leggermente meglio ad Aleix Espargarò, suo compagno in Aprilia, che ha chiuso 11° dopo essere stato a lungo in top ten e dunque con più di un piede in Q2.

Da sottolineare la differenza enorme di prestazioni che continua ad esserci tra la KTM di Pol Espargarò e i suoi compagni di squadra. Oliveira, Zarco e Syahrin formano un terzetto che va dal 18° al 20° posto in classifica, con il portoghese del Tech3 che ha incassato quasi 8 decimi da Pol. 

Questa la classifica della FP2 MotoGP al Sachsenring:

CLASSIFICA FP2 MOTOGP SACHSENRING
Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti