Tu sei qui

Moto3, FP1: Fernandez beffa Ramirez al Sachsenring

Terzo tempo per Kornfeil con Arbolino 5°. Più indietro i contendenti per il Mondiale Canet e Dalla Porta: 10° e 19°

Moto3: FP1: Fernandez beffa Ramirez al Sachsenring

Sono stati i piloti della Moto3 ad aprire il weekend del GP di Germania con il primo turno di prove libere. E se negli ultimi GP i piloti della classe minore ci avevano abituato a venerdì di assestamento e studio, oggi il ritmo è stato molto veloce ed interessante. Si arriva al Sachsenring pochi giorni dopo la gara del TT di Assen che aveva visto la vittoria di Tony Arbolino (la sua seconda della stagione), davanti a Lorenzo Dalla Porta e Jakub Kornfeil. 

Il migliore della mattinata è stato Raul Fernandez con il tempo di 1.26.59, quasi due decimi più veloce di Marcos Ramirez, secondo a 192 millesimi e che è anche caduto in curva 4 senza conseguenze. Terzo tempo per Kornfeil che si conferma tra i migliori dopo la bellissima gara di Assen, chiusa con un podio. 

Quarta posizione per John McPhee che ha preceduto il primo degli italiani Tony Arbolino. Il pilota Sniper punta alla terza vittoria stagionale dopo i successi del Mugello e di Assen: "Devo migliorare al T2, guarderemo i dati e proverò a migliorare nel pomeriggio - ha detto Arbolino al termine della sessione - sto migliorando tanto in termini di confidenza con la moto". 

Dietro ad Arbolino, l'altro pilota Sniper, Romano Fenati (a 35 millesimi dal compagno di squadra). Romano è alla ricerca di una prestazione convincente, in questa stagione per lui tanti alti e bassi. 

Settimo tempo per Salac davanti a Oncu e Sasaki. A chiudere la top10, invece, c'è Aron Canet, decimo appunto, a poco più di un secondo dal leader. Il leader del mondiale, come al solito, non ha brillato nelle libere cercando il suo ritmo senza rischiare niente. Per Canet quello del Sachsenring è un weekend cruciale per il mondiale visto che, dopo la brutta prestazione di Assen nella quale ha chiuso 12°, si trova tallonato da Lorenzo Dalla Porta a -7 e pronto per il sorpasso.

Dietro Canet altri 4 spagnoli: Garcia, Masia, Arenas e Lopez che hanno preceduto Binder, Masaki, Rodrigo (caduto senza gravi conseguenze) e Toba.  

Dalla Porta è il primo degli italiani fuori dai primi dieci di questa mattina ma solo in 19° posizione, a poco più di 6 decimi dal diretto rivale Canet e a 1.6 secondi dal leader. Dietro al pilota Leopard, tutti gli altri italiani con Migno 21° davanti ad Antonelli, (tra i più veloci a inizio sessione) Suzuki e Dennis Foggia. 26° tempo per Stefano Nepa davanti a Celestino Vietti alle prese con i suoi soliti venerdì di conoscenza della pista. 29° Riccardo Rossi che ha preceduto il fanalino di coda Dirk Geiger, wild card di Keifer che però è stato fermato da un problema tecnico: il suo airbag è scoppiato a metà sessione. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti