Tu sei qui

SBK, CLAMOROSO: van der Mark vuole a correre a Donington

Il pilota olandese, reduce dall'intervento di otto giorni fa per la frattura al polso, è partito per il Regno Unito, giovedì la visita medica, mentre Mackenzie resta in attesa

SBK: CLAMOROSO: van der Mark vuole a correre a Donington

Quel violento highside rimediato nelle FP2 di Misano sembrava aver pregiudicato la partecipazione di Michael van der Mark al round di Donington e anche a quello di Laguna Seca. Già, perché la caduta è costata all’olandese la frattura del polso destro, così come di due costole e una commozione cerebrale.

Eppure, nonostante l’intervento  a cui si è sottoposto soli otto giorni fa, l’alfiere Yamaha non ha la minima intenzione di arrendersi, tanto che andrà a Donington per provare a correre: “Dopo l’operazione sapevo di avere una piccola possibilità di poter partecipare a questa gara, di conseguenza tutti i miei sforzi si sono concentrati per recuperare – ha commentato  - fortunatamente non ho perso forza al polso, semmai sono un po’ più limitato nei movimenti. A tal proposito ho svolto diverse sedute di fisioterapia per recuperare al meglio e devo dire che sono riuscito ad allenarmi con la stessa intensità di prima, senza aver un calo”.

Nella giornata di giovedì van der Mark verrà quindi visitato e in seguito i dottori decideranno se dargli o meno l’ok per partecipare alle libere del venerdì. In caso di esito negativo e o qualora il pilota non se la sentisse di proseguire il proprio fine settimana in sella alla R1,  Yamaha ha già pronto il britannico Tarran Mackenzie quale sostituto. Ricordiamo infatti che Canepa, collaudatore Yamaha, sarà impegnato nel weekend in Germania per il primo round stagionale della MotoE.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti