Tu sei qui

Al Sachsenring tocca alla MotoE: la guida del primo GP elettrico

Tutto quello che c'è da sapere sul debutto della nuova categoria, che ha un'anima italiana targata Energica e tanti piloti a difendere il tricolore

MotoE: Al Sachsenring tocca alla MotoE: la guida del primo GP elettrico

Il Sachsenring ospiterà la prima tappa del nuovo campionato MotoE, che dopo aver effettuato le prove generali a Valencia è pronto ad entrare finalmente nel vivo. L'incendio di Jerez ha rimandato il debutto della categoria, ma lo splendido lavoro fatto dagli uomini di Energica per ricostruire tutto in tempi record ha reso possibile quello che all'inizio sembrava un'impresa davvero difficile da realizzare.

La tenacia ha però pagato e i 18 piloti iscritti al campionato sono pronti ad affrontarsi in gara sul tracciato tedesco, in un evento che catalizzerà senza dubbio tanta attenzione da parte degli appassionati. C'è infatti una grande curiosità attorno a questa categoria e noi che abbiamo assistito ai test di Valencia siamo certi che le attese non resteranno deluse.

La formula scelta è molto interessante, le moto, tutte fornite dall'italianissima Energica, sono più veloci di quanto si possa immaginare ed i piloti sono tutti pronti ad offrire spettacolo. Questo è quanto abbiamo potuto osservare a Valencia e ci ispira a credere che la prima tappa del mondiale MotoE possa essere un successo.

IL PROGRAMMA MOTOE AL SACHSENRING

Nel dettaglio, questo è il programma del fine settimana 'elettrico':

Venerdì 5 luglio

Ore 11:50 - 12:20 - Prove libere 1
Ore 16:50 - 17:20 - Prove libere 2

Sabato 6 luglio

Ore 16:00 - Qualifiche E Pole

Domenica 7 luglio

Ore 10:00 - Gara

Il programma è leggermente diverso dunque rispetto a quello che altre tre categorie del campionato, ovvero Moto3, Moto2 e MotoGP. C'è però da sottolineare che in questo momento la MotoE è una classe di supporto al mondiale ed ovviamente non ha al momento gli stessi spazi nel programma riservato alle tre categorie principali.

Se da un lato il venerdì ci saranno due sessioni di prove libere della durata di 30 minuti ognuna, è soprattutto sul programma del sabato che forse ci potrà essere qualche perplessità. Dopo aver girato infatti solo al venerdì, i piloti saranno chiamati a sfidarsi in pista per la E Pole e lo faranno utilizzando una formula del tutto simile alla vecchia Superpole che per anni ha animato il sabato del mondiale Superbike.

I piloti entreranno infatti in pista uno alla volta, in ordine inverso rispetto ai tempi segnati al venerdì ed avranno a disposizione un giro secco per guadagnarsi un posto in griglia di partenza. Ogni pilota avrà dunque un giro di riscaldamento, un giro per sfidare il cronometro ed uno per rientrare ai box. Una formula che garantisce di certo spettacolo, ma che ha sollevato anche diversi dubbi, come nel caso di Bradley Smith, che non si è dimostrato entusiasta di questa formula come ha dichiarato nella nostra intervista di Valencia.

"E’ una qualifica in stile SBK - ha dichiarato Bradley -  ma loro avevano un riscaldamento di 10 o 15 minuti prima di iniziare. Io sono preoccupato perché per noi sarà molto diverso. Non c’è nessuna sessione al sabato, ma solo il giro di qualifica, che vorrà dire prendere la moto, entrare in pista e spingere al massimo per un giro". 

Dopo aver vissuto le qualifiche al sabato, di domenica la gara MotoE aprirà il programma della giornata dopo il termine del warmup MotoGP. Alle 10:00 scatterà infatti la gara, che si disputerà sulla distanza di circa 10 giri e vedrà al via cinque piloti italiani, tutti perfettamente in grado di ambire al podio. Non siamo ancora certi della precisa distanza di gara perché secondo il regolamento tecnico c'è la possibilità che la distanza di gara possa variare secondo le condizioni di ogni pista. 

ALEX DE ANGELIS - MOTOE VALENCIA

Alex De Angelis difenderà i colori del Team Pramac, mentre Niccolò Canepa correrà per Lucio Cecchinello nel Team LCR. Coppia tutta italiana nel team Trentino Gresini, con Ferrari e Savadori pronti a lottare. Lorenzo ha da poco messo in tasca una favolosa doppietta nel CIV ad Imola ed ora deve resettare nuovamente tutti i parametri per risalire sulla Energica MotoE. Mattia Casadei è invece il pilota scelto da Paolo Simoncelli per difendere i colori del SIC58 e nei test di Valencia si è dimostrato spesso uno dei più veloci e potenzialmente un cliente durissimo per chiunque. 

Guardando al resto della griglia di partenza, i nomi da tenere decisamente d'occhio sono quelli di Bradley Smith, Eric Granado ed Hector Garzo. Il primo ha disputato a Valencia una sola giornata di test, che gli è però bastata per mettersi in prima posizione pur avendo effettuato meno giri di chiunque. Granado e Garzo sono invece stati costantemente tra i più veloci in ogni sessione ed è stato proprio Granado ad aggiudicarsi la prima gara di prova, disputata sempre a Valencia battendo in volata Garzo dopo un bellissimo duello in pista. 

Non resta che attendere la giornata di venerdì, quando finalmente la neonata MotoE scenderà in pista davanti al grande pubblico ed un primo concreto passo verso il futuro sarà mosso nel paddock del motomondiale.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti