Moto2, WarmUP: Comanda Baldassarri in cerca della rimonta ad Assen

Dietro di lui il compagno di team Augusto Fernandez, quarto Marquez che cade. In Moto3 è Arbolino il più veloce con 21 piloti in 1 secondo. 

Share


Moto3

Il riscaldamento della Moto3 in vista della gara del GP d’Olanda è stato letteralmente dominato da Tony Arbolino che è riuscito ad assestare il suo cronometro in 1.42.275, quasi 3 decimi più veloce della KTM di Can Oncu, secondo della mattinata.

Warm Up, strano con tanti dei top rider nelle retrovie ma con distacchi davvero sottili: sono in 21 in un secondo. Questo equilibrio annuncia una gara scoppiettante per la classe minore.

Terzo posto per Arenas davanti a Salac e Masia. Solo sesto Aron Canet: il leader del mondiale scatterà dalla nona casella in gara e dovrà rendersi protagonista di una rimonta per perdere punti sugli inseguitori, tutti davanti a lui in griglia.

Settimo tempo del Warm Up per Celestino Vietti, molto competitivo durante tutte le sessioni di questo weekend e rinvigorito dal fantastico podio di Barcellona con il sorpasso all’ultima curva che tanto ha ricordato quello di Rossi su Lorenzo nel 2009. Il pilota Sky Racing Team partirà dalla seconda fila in gara, un ottimo piazzamento se si pensa che al Montmelò era scattato dalla 25° casella.

Nono Fenati davanti a Kornfeil. Il pilota Sniper non ha mai brillato in questo weekend faticando a trovare il giusto ritmo sulla sua Honda, in gara scatterà dalla tredicesima casella e dovrà subito mettersi nel gruppone dei primi se vuole avere possibilità di podio.

Fuori dalla top 10 Nicolò Antonelli, poleman di ieri e che non ha esagerato in questo Warm Up, mantenendo comunque un buon ritmo. Appena dietro di lui Fernandez e Rodrigo con l’argentino che è stato penalizzato di 10 posizioni in griglia e che quindi partirà in sedicesima posizione.

Solo diciassettesimo Lorenzo Dalla Porta, che partirà ottavo e ventesimo Suzuki (caduto nel Warm Up) e che scatterà in quarta posizione dalla seconda fila. Ventunesimo Foggia e solo venticinquesimo Andrea Migno, sempre nelle retrovie durante il weekend.

Moto2

Caldissimo il Warm Up della classe intermedia che ha visto in Lorenzo Baldassarri il più veloce in vista della gara. Ottime premesse per il Balda che dovrà costruire in gara una vera e propria rimonta dalla sedicesima casella. Appena dietro di lui, a soli 6 millesimi, il compagno di team Augusto Fernandez, anche lui protagonista di un Warm Up solido ma carente ieri in qualifica con il tredicesimo tempo.

Il riscaldamento in vista della gara per la classe intermedia è stato simile a quello della Moto3, con ben 19 piloti (fino a Bastianini) in appena un secondo.

Dietro ai piloti di SitoPons questa mattina si è classificato il poleman di ieri: Remy Gardner. L’australiano ha mostrato un gran ritmo fermandosi a soli 7 millesimi dal leader.

Quarto Alex Marquez a poco meno di un decimo da Baldassarri, il leader del mondiale partirà proprio dalla quarta casella oggi in gara e tenterà di difendersi dagli inseguitori in campionato. Per lui anche una caduta in curva 8 nel Warm Up a 5 minuti dal termine.

Quinto tempo per Binder davanti a Di Giannantonio, l’italiano è stabilmente tra i primi già dal GP di Barcellona e oggi tenterà l’assalto al suo primo podio nella classe intermedia scattando proprio dalla seconda fila in settima casella.

Settimo tempo per Luca Marini davanti a Nagashima e Luthi. Chiude la top10 Jorge Martin, secondo pilota KTM in classifica dopo Binder e tallonato dall’altro KTM Lecuona.

Dodicesimo tempo per Sam Lowes che apre una batteria di piloti “nobili” con Locatelli, Schrotter e Vierge dietro di lui, con il poker italiano Bulega, Manzi, Corsi Bastianini dalla sedicesima alla diciannovesima posizione.

Ventesimo Jorge Navarro davanti a Folger. Ventiquattresimo tempo per lo sfortunatissimo Chantra che cade anche nel Warm Up e viene trasportato in barella al centro medico.

Ventisettesimo e ancora alle prese con tanti problemi con la KTM Marco Bezzecchi.

Share

Articoli che potrebbero interessarti