Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: "Abbiamo migliorato in curva, ma Marquez è ancora davanti"

"Con il nuovo telaio riesco ad essere più veloce in entrata di curva, è un piccolo passo in avanti che ci offre la possibilità di prendere una direzione diversa rispetto al passato"

MotoGP: Dovizioso: "Abbiamo migliorato in curva, ma Marquez è ancora davanti"

Al termine della prima giornata di libere, la sua Ducati è staccata dalla vetta di mezzo secondo, oltre ad essere preceduta da quella di Danilo Petrucci. Una giornata impegnativa quella di Andrea Dovizioso, che oltre a cercare il tempo ha dovuto valutare il nuovo telaio portato dalla Casa dopo il test di Barcellona.

“Stamani abbiamo fatto delle comparative con il telaio provato a Barcellona e le sensazioni sono state buone, così come il tempo – ha esordito il portacolori Ducati - l’entrata in curva è sicuramente migliorata rispetto a prima. Nella prima parte della curva devo dire che la moto è migliorata in confronto al comportamento che aveva in precedenza”.

Il bilancio è quindi positivo?

“Oggi siamo stati veloci, dico sempre così al venerdì, il fatto è che poi alla domenica è sempre un’altra storia. Domani le previsioni danno un aumento di temperatura, di conseguenza potrà cambiare qualcosa. Dovremo quindi lavorare per migliorare certi aspetti, il fatto di essere davanti offre maggiore tranquillità, anche se non serve cercare una velocità che non hai. È stato un venerdì positivo, ma questo può voler dir poco, dato che ultimamente ci sono tanti piloti veloci in pista. La velocità conta fino ad un certo punto in relazione a quanto comodo sei nel centrare la prestazione e il consumo delle gomme”.

Questa evoluzione ti consentirà di lottare ad armi pari con Marquez?

“No, questa è solo una piccola parte su cui è fondamentale concentrarci per capire quanto margine c’è. Negli ultimi anni siamo diventati competitivi, ma ci sono altri aspetti da migliorare. Avere un materiale nuovo durante la stagione è sicuramente un buon risultato e se continui a lavorare in un certo modo puoi trovare dei miglioramenti. Nel momento in cui la base funziona, non puoi però aspettarti che un pezzo nuovo ti consenta di fare un passo enorme. Vedremo in gara quanto sarà utile, di sicuro è un passo avanti rispetto a una direzione diversa dal passato”.

Marquez ha detto che sarà un fine settimana come quello di Barcellona.

“Da un lato posso essere d’accordo, dato che siamo in molti piloti con la stessa velocità. Quello che andrà ad incidere sarà però la temperatura, il cui aumento potrebbe mescolare le carte, dato che la temperatura che trovi in gara è diversa rispetto al sabato e al venerdì. Se in gara riesci a fare questo passo puoi rimanere davanti e Marquez lo scorso weekend ci è riuscito, dato che fino a domenica mattina non era proprio messo bene. È vero che poi siamo caduti in tanti, ma la velocità è una cosa, la gara un'altra. Questa però, è una pista diversa da Barcellona”.

Tu oggi ti sei concentrato sul telaio, mentre Petrucci sulle geometrie. Quanto sarà utile il suo lavoro?

“Lui oggi ha lavorato su degli assetti, dato che ognuno guida in modo diverso dagli altri. I suoi riscontri sono fondamentali, dato che spesso ti consentono di capire come muoverti e quali scelte fare. Io però guido in modo diverso da lui”.  

Audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti