Tu sei qui

MotoGP, Rossi e i 2 anni senza vincere: "Ad Assen per stare coi migliori"

Nel 2017 in Olanda il suo ultimo successo: "i test di Barcellona mi aiuteranno". Vinales: "il campionato è andato, concentriamoci sui podi"

MotoGP: Rossi e i 2 anni senza vincere: "Ad Assen per stare coi migliori"

Era il 25 giugno del 2017 quando Valentino Rossi salì per l’ultima volta sul gradino più alto del podio. Ad Assen la sua ultima vittoria in MotoGP, seguita da due anni in cui sono stati gli alti e bassi a farla da padroni. Dei podi, gare da dimenticare e buone prestazioni, ma il successo è sempre sfuggito di mano al Dottore.

Il GP di Olanda arriva quindi nel migliore momento per lui, perché vi ha vinto tanto (8 primi posti nella sua bacheca), perché la Yamaha si è sempre trovata bene e, infine, perché la M1 a Barcellona aveva ritrovato un po’ di quella tonicità perduta negli ultimi mesi.

In Spagna nulla è andata per il verso giusto a causa dell’incidente innescato da Lorenzo quando la gara era solo all’inizio, ma nel box si era lavorato bene e quegli sforzi dovrebbero servire per iniziare con il piede giusto la trasferta olandese.

Dopo la sfortunata gara a Barcellona, sono pronto per i due Gran Premi consecutivi ad Assen e Sachsenring - afferma Rossi - Al Montmelò avevamo lavorato bene nel box ed ero stato molto veloce. Nei primi due giri della gara mi ero sentito forte, perciò questo fine settimana in Olanda ci impegneremo duramente per potere lottare ancora nelle posizioni di testa.

A farlo ben sperare c’è anche la giornata di prove dopo lo scorso GP, utile per cercare di sistemare al meglio la M1.

Il test a Barcellona è stato positivo e penso che le conclusioni a cui siamo arrivati ci permetteranno di fare una bella gara qui”, conclude.

Vinales: “Il campionato è andato, l’obiettivo è il podio”

L’ottimismo di Valentino è condiviso anche dal suo compagno di squadra. Anche Vinales in Spagna era stato competitivo e Assen per lui è l’occasione per mostrare che non era stato un caso.

Dopo i test a Barcellona, arrivo ad Assen con una grande motivazione - dice Maverick - Quelle prove sono state molto positive e hanno confermato le sensazioni che avevo avuto durante il GP. Penso che siamo riuscite a trovare il migliore setup della stagione, come avevo anche dimostrato in gara prima dell’incidente. Ho veramente voglia di risalire sulla M1 per confermare che la moto funziona bene e che potrò essere competitivo”.

Vinales è consapevole che ormai c’è poco da perdere in classifica, quindi l’unico pensiero è fare i meglio in ogni gara da qui alla fine dell’anno.

"Il campionato, sfortunatamente, è già scivolato via ed è praticamente impossibile vincerlo - conferma - perciò dobbiamo concentrarci per finire la stagione salendo sul podio più volte possibile e tenendo un occhio sul prossimo anno”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti