Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: “Assen non è una pista favorevole alla Ducati”

Ma Andrea avverte: “Sappiamo però come essere competitivi”, Petrucci: “Questo è uno dei miei tracciati preferiti per ottenere un risultato”

MotoGP: Dovizioso: “Assen non è una pista favorevole alla Ducati”

Non serve guardarsi alle spalle, perché nessuno aspetta e nel weekend è già tempo di tornare in pista. Un esame di quelli ad alto coefficiente di difficoltà per il Mondiale, in azione sul tracciato di Assen. C’è chi come Andrea Dovizioso vuole passare l’esame con il massimo dei voti, provando a riaprire un Campionato che pare sia scritto.

Il round di Barcellona ha pesato non poco nella corsa al titolo del forlivese: “Non c'è tempo per lamentarsi dei punti persi a Barcellona – ha dichiarato - bisogna approcciare ogni gara lavorando duramente come abbiamo fatto fin ad ora. Penso che stiamo dimostrando una grande competitività e, anche se ci sono sempre degli aspetti da migliorare, siamo molto veloci”.

La pista del TT è di quelle che nasconde non poche insidie, tanto che Dovi non sale sul podio dal 2014: “Assen non è una pista particolarmente favorevole alla nostra moto e le condizioni meteo rappresentano sempre una variabile complessa da gestire – ha sottolineato - in ogni caso abbiamo già dimostrato di essere capaci di migliorare il nostro livello di competitività nell'arco del weekend di gara anche in circuiti sulla carta meno ideali per noi. Dobbiamo quindi restare calmi e concentrati, affrontando una gara alla volta, perché il campionato è ancora lungo”.

Dall’altra parte del box c’è invece un Danilo Petrucci che vuole confermare i risultati degli ultimi tre round: “Ho sempre avuto buone sensazioni ad Assen, è una delle mie piste preferite nonostante sulla carta non sembri essere la più adatta per la nostra moto – ha spiegato - sto attraversando un momento positivo, quindi voglio innanzitutto essere competitivo e continuare a lottare per il podio, come ho fatto nelle ultime gare. Lo scorso anno abbiamo vissuto un weekend difficile in Olanda, e quindi avrò una motivazione in più per far bene”.

Non mancano però gli interrogativi in merito al round del TT: “Il meteo sarà un’incognita e, anche se il mio stile di guida e le caratteristiche della Desmosedici GP potrebbero avvantaggiarci con la pioggia, spero in una gara asciutta – ha concluso - abbiamo un’altra buona occasione per ottenere un bel risultato”.   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti