Tu sei qui

MotoGP, Lo strano problema di Rins: "ho 'cotto' la gomma dietro a Petrucci"

"Temperatura e pressione sono andate alle stelle". Nei test un nuovo telaio per la Suzuki: "migliora la frenata, decideremo se usarlo ad Assen"

MotoGP: Lo strano problema di Rins: "ho 'cotto' la gomma dietro a Petrucci"

Alex Rins si è fermato per la pausa pranzo con il primo tempo nei test a Barcellona. Non è una sorpresa, perché lo spagnolo era stato veloce per tutto il fine settimana di gara e, anzi, aveva stupito non vederlo ieri lottare per la vittoria e finire anzi fuori dal podio.

Anch’io credevo di potere vincere - scherza il pilota Suzuki - o almeno di essere più veloce”.

Gli ingegneri di Hamamatsu hanno studiato i dati raccolti in gara ed è chiaro cosa sia successo.

Stare dietro a Petrucci ha portato a un immediato innalzamento della temperatura della gomma anteriore e la pressione è andata alle stelle. Non c’è stata soluzione, perché non potevo certo permettermi di non sfruttare la scia della Ducati in rettilineo - spiega Alex con un sorriso - È stato un problema strano, perché non mi era mai successo prima. Guardando i dati, se fossi stato da solo probabilmente sarei potuto stare con Marquez”.

Il passato non si può cambiare e oggi Rins ha lavorato per il futuro. La più grande novità sulla sua GSX-RR era un nuovo telaio che gli è piaciuto.

Sono contento, perché rappresenta un miglioramento rispetto al precedente che ho usato in gara - conferma - Ho avvertito un miglioramento soprattutto in frenata, mentre la moto diventa leggermente più difficile da fare curvare, ma è un dettaglio. Gli ingegneri valuteranno i pro e i contro, mi fido di loro, poi decideremo se usarlo ad Assen”.

Alex vorrebbe anche maggiore velocità massima, ma per quello dovrà aspettare.

Oggi ho trovato dei miglioramenti anche nelle novità di elettronica, ma in Suzuki stanno lavorando sodo su una nuova aerodinamica e mi aspetto presto aggiornamenti in questo senso conclude.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti