Tu sei qui

MotoGP, Ciabatti: “Lorenzo è partito indemoniato, non ha avuto lucidità”

Il direttore sportivo Ducati: “Jorge non l’ha fatto apposta, è partito così perché voleva togliersi quelle soddisfazioni che ancora non si è tolto con Honda”

MotoGP: Ciabatti: “Lorenzo è partito indemoniato, non ha avuto lucidità”

Il primo a finire a terra nella carambola innescata da Jorge Lorenzo è stato Andrea Dovizioso. Una battuta d’arresto che pesa non poco per il forlivese, tanto da scivolare a 37 punti da Marc Marquez nella classifica iridata.

L’episodio ha lasciato grande amarezza al portacolori Ducati, così come a Paolo Ciabatti, il quale ha espresso il proprio parere nel post gara.

“Ovvio che siamo estremamente contrariati per quanto accaduto, dato che con Andrea pensavamo di fare una bella corsa – ha commentato il direttore sportivo - uno strike del genere ha messo fuori gioco i tre piloti che potevano impensierire Marquez. Nell’interesse nostro questa vittoria di Marquez è stata molto pesante, dato che ha un vantaggio di 37 punti su Dovi”.

L’attenzione di Ciabatti si sposta poi su Lorenzo.

Jorge non l’ha fatto apposta, lo sappiamo tutti. Lui era partito un po’ indemoniato e voleva togliersi quelle soddisfazioni che ancora non si era tolto in questo inizio stagione. Di sicuro è un errore che non ti aspetti da una come lui”.

In seguito il diesse di Borgo Panigale entra nel dettaglio.

“Chi lo conosce sa che è un bravissimo ragazzo, ma allo stesso tempo ha un carattere molto particolare. In certe situazioni non ha la lucidità che ti aspetti e questa entrata, in un momento della gara dove si poteva giocare più strategia, non era assolutamente necessaria in una curva così critica”.     

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti