Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "Quartararo? Se in gara proverà a scappare non lo inseguirò"

"Questa non è una corsa da vincere a tutti i costi, ma sono messo meglio rispetto al Mugello. Al momento le Yamaha sono le uniche moto capaci di andare in fuga"

MotoGP: Marquez: "Quartararo? Se in gara proverà a scappare non lo inseguirò"

Questo Fabio Quartararo ha pensato bene di rovinare nuovamente la festa a Marc Marquez in qualifica. Ci è riuscito un mese e mezzo fa a Jerez, si è riconfermato a Barcellona, dove è riuscito a precedere il 93 di soli 15 millesimi. Al sette volte iridato non è rimasto quindi che consolarsi con il secondo posto in qualifica.  

Abbiamo lavorato diversamente durante il weekend, cercando di essere costanti – ha esordito Marc -  l’obiettivo era lottare per la pole, mentre per la gara cercheremo di puntare ad arrivare nelle prime posizioni. Credo che la gomma media sia la scelta migliore in vista di domenica Al momento vedo circa 3-4 piloti in lotta per il successo e so di essere messo meglio rispetto al Mugello”.

Durante le qualifiche, Marc si è poi ritrovato alle spalle della Yamaha di Rossi.

L’ho seguito più che altro nelle libere che in qualifica – ha precisato – tutti qua si aspettavano una sfida Honda-Ducati, invece le Yamaha hanno dimostrato di essere competitive, dato che hanno buona velocità in percorrenza di curva. Loro possono infatti fare affidamento su una buona coppia da sfruttare in tutte le curve. E vero che qua c’è un lungo rettilineo, ma poi ci sono diverse curve dove le M1 sono competitive. Io però guardo a me stesso e devo dire che nelle FP4 sono riuscito a essere veloce, trovando la giusta direzione. Il mio obiettivo è essere in prima fila in tutte le gare e fino ad oggi ci sono riuscito”.

A scattare dalla pole ci sarà però Fabio Quartararo.

“Come detto a Jerez lui sarà uno degli avversari quest’anno e anche in futuro. Non ha mai vinto il Mondiale per qualche circostanza che si è trovato a fronteggiare, però la sua è la Yamaha più veloce in qualifica e proprio grazie alla velocità prima o poi puoi vincere”.

L’attenzione si sposta poi sull’episodio con Lorenzo nella FP3.

È vero che si trattava di un turno di libere. Il fatto è che mi sono arrabbiato con Jorge perché in quel momento rischiavo di rimanere fuori dalla Q2, infatti se andate a rivedere sono riuscito ad entrarci con la peggior prestazione dell’anno. Tra l'altro già in passato sono accadute simili situazioni, dove io sono stato penalizzato, mentre al Mugello con Mir è andata diversamente. Ho capito che Jorge si è scusato, ma in quei momenti hai le pulsazioni a cento”.

Archiviate le qualifiche l’attenzione è ora rivolta alla gara.

“Molto dipenderà da chi condurrà la gara dai primi giri, magari se un pilota è veloce sarà necessari spingere, in caso contrario ridurre il ritmo. Personalmente mi aspetto un finale molto incandescente. Penso che le uniche moto in grado di andare in fuga siano le Yamaha. Le reputo infatti competitive, l’abbiamo visto in Qatar, ma anche nelle qualifiche del Mugello e a Jerez. Tra l’altro qua ce ne sono ben quattro nelle prime due file. Quartararo ha accesso le batterie ai piloti Yamaha”.

C’è chi si aspetta infine una fuga eventuale di Quartararo.

Non mi interessa vincere al 100%, se dovesse scappare Quartararo il mio obiettivo sarà quello di pensare al Mondiale e lui non è in lotta.  Al momento non vedo una moto particolarmente favorita per domani e  come detto affronterò la gara pensando al Mondiale”  

Audio raccolto da Paolo Scalera

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti