Tu sei qui

Rivola: "Con il 'cucchiaio' sono entrato a gamba tesa, per la MotoGP"

VIDEO - L'AD di Aprilia Racing è stato il nostro ospite della GPone Car alla vigilia del round di Barcellona, parlando di Iannone e di quanto la realtà sia migliore delle apparenze 

Iscriviti al nostro canale YouTube

Massimo Rivola ha accettato di salire a bordo della GPone Car alla vigilia del settimo round del mondiale MotoGP 2019, al Montmelò di Barcellona. Una stagione di esordio nel mondo del motociclismo che è senza dubbio iniziata con il botto per l'AD di Aprilia che ha un passato targato Formula 1.

Rivola è stato infatti uno dei principali fautori della protesta sul famigerato 'cucchiaio' portato da Ducati a Losail, e con quella decisione ha portato probabilmente per la prima volta un approccio molto severo allo studio e soprattutto all'interpretazione in un mondo che dalla Formula 1 avrebbe tanto da imparare da questo punto di vista.

Districandosi con ottima classe tra le domande insidiose dei nostri Paolo Scalera e Matteo Aglio, Rivola in questa chiacchierata ha affrontato moltissimi temi, passando da una analisi onesta e molto lucida sulla situazione di Aprilia in MotoGP alle falsi voci su un possibile cambio di rotta di Iannone per il futuro. Rivola ha invece speso belle parole per l'operato di Andrea, che grazie alla sua esperienza precedente tra Ducati e Suzuki, sta regalando una rotta molto chiara da seguire nello sviluppo della RS-GP.

Una chicca è poi stata riservata alla analisi delle grandi differenze che Rivola sta riscontrando tra i piloti della Formula 1 con cui ha lavorato fino alla scorsa stagione e i rider della MotoGP, che spesso mostrano attitudini molto diverse rispetto ai cugini a quattro ruote. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti