Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: “Il giro veloce? Pensavo di essere lento!"

Il francese comanda il venerdì di Barcellona: “Sono stato stupito da quel tempo. Il braccio mi fa un po' male, per la gara userò gli antidolorifici”

MotoGP: Quartararo: “Il giro veloce? Pensavo di essere lento!"

Fabio Quartararo si è preso anche il venerdì di Barcellona e ha confermato di poter stare stabilmente tra i big della MotoGP. Il francese ha regalato alle statistiche un 1.40.079 che è sì lontanissimo dal record ella pista di Jorge Lorenzo, ma più veloce di quasi tre decimi dal secondo miglior tempo di giornata segnato da Andrea Dovizioso.

Sono sorpreso – ha detto Quartararo al termine delle prove libere – pensavo di aver fatto un buon giro ma non che potesse essere così veloce. Quando l’ho visto sul dashboard non riuscivo a crederci, soprattutto perché non sentivo di essere al limite. Pensavo di aver fatto meglio prima, quando ho girato intorno all’1.40.300”.

Sensazioni più che positive quindi per Quartararo che sta recuperando dall’operazione al braccio della scorsa settimana.

“Il braccio adesso mi fa ancora male, ma ha risposto bene sulla moto. Oggi non ho preso medicinali ma sicuramente per la gara avrò bisogno di un antidolorifico” – ha affermato Quartararo.

Quindi in ottica gara l’operazione potrebbe farti perdere qualcosa?

“Non so come potrà essere il dolore domenica, è passata solo poco più di una settimana e devo ritenermi soddisfatto. Oggi durante la simulazione del passo gara non mi ha infastidito più di tanto, vedremo”

Sempre in previsione della gara: come sei messo con il passo?

“Non male, questa mattina sono andato bene, poi nel pomeriggio ho montato gomme usate e non ero lento. Domattina proveremo, insieme al team, a trovare qualcosa per migliorare”.

Ti senti abbastanza forte per la seconda pole della tua stagione?

"Devo stare il più tranquillo possibile - ha detto Quartararo - è la cosa più importante. Ho tanto lavoro davanti a me e l'obiettivo è qualificarsi nelle prime tre file, possibilmente senza passare per il Q1. Mi piacerebbe partire dalla prima fila ma vedremo domani”.

Abbiamo visto che hai girato vicino a Lorenzo e Vinales, hai notato qualche cambiamento nelle prestazioni delle tue gomme seguendoli?

“Ero troppo lontano, più che altro ho usato le loro linee come riferimento. Domani cercherò di stare più vicino a qualcuno”.

Com’erano le condizioni della pista oggi?

“Nelle FP2 – ha concluso Quartararo – c’era molto sporco in pista a causa della pioggia che è caduta durante la Moto3, infatti i tempi sono più alti rispetto alla scorsa stagione. Di solito lavoro molto con il freno posteriore ma oggi non l'ho nemmeno toccato, perché avrei rischiato di scivolare".

Audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti