Tu sei qui

Moto2, Marini: "Nel giro d'onore perdevo due minuti a settore"

“Qui al Mugello abbiamo portato una moto completamente nuova. Quando da bambino vedevo Valentino su questo podio dicevo che un giorno ci sarei voluto salire anche io”

Moto2: Marini: "Nel giro d'onore perdevo due minuti a settore"

Secondo posto nel GP di casa e primo podio stagionale per Luca Marini che dopo le difficoltà di inizio stagione sta rientrando nel gruppo dei migliori della Moto2. Quali sono state le sensazioni del primo podio al Mugello?

“Fantastiche – ha detto Luca – salire su questo podio è sempre stato uno dei miei sogni.Ogni volta che venivo qui da bambino e vedevo mio fratello su quel podio dicevo di volerci salire anche io un giorno. Ho cercato di fare il giro d'onore il più lento possibile, perdevo due minuti a settore e ad un certo punto ho pensavo che mi avrebbero lasciato fuori da Parco Chiuso. Ho cercato di scattare qualche foto con gli occhi per prendere tutte le energie positive e portarmi dentro questi momenti”.

La vittoria non era alla tua portata? Ad un certo punto è sembrato che potessi andare a prendere Marquez.

“Certamente vincere sarebbe stato ancor più speciale. Sentivo di potercela fare ma ho perso troppo tempo con Schrotter e Luthi, e Marquez si è avvantaggiato molto. Con strada libera giravamo più o meno sullo lo stesso passo. Adesso mi godo questo podio, da domani si pensa a Barcellona”.

Finalmente, dopo un inizio di stagione difficile, sembra che la moto sia di nuovo nelle tue mani. Cos’è cambiato?

“Dopo Le Mans siamo andati a Barcellona per dei test – ha continuato Marini – io sentivo che la mia moto aveva qualcosa di sbagliato ma i meccanici non avevano trovato nulla. Allora ho voluto provare quella di Bulega, andavo forte e finalmente sentivo di aver ritrovato buone sensazioni. Qui siamo arrivati con una moto completamente nuova e si è visto il risultato. Ho potuto guidare come volevo e dare il mio 100%. Essere qui al Mugello mi ha dato una motivazione in più”.

Si è smosso qualcosa per il campionato?

“L’unica cosa che cambia è che ho 20 punti in più. Non posso avere tutto e subito, ora lottiamo per il podio e poi penseremo alla vittoria. Ora sto meglio, anche di umore. Ripartiremo da Barcellona con le stesse sensazioni”.

Audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti