Tu sei qui

A Villa d'Este una Ducati Hypermotard cattivissima e... unica

A Cernobbio sfila un Concept in esemplare unico ed esclusivo della motard bolognese realizzato dal Centro Stile Ducati

News Prodotto: A Villa d'Este una Ducati Hypermotard cattivissima e... unica

Era il 1929 quando sulle rive del lago di Como si teneva la prima edizione di quella che sarebbe diventata una delle manifestazioni più importanti d'Italia per i veicoli storici. Da 90 anni il Concorso d'Eleganza Villa d'Este celebra i motori esponendo le vetture d'epoca e le moto storiche più raffinate della loro era e, dal 2002, ad affiancarle anche concept e prototipi.

Ed su questa scia che Ducati mette in passerella una versione "cattiva" della sua già aggressiva Hypermotard 950 (QUI il nostro test) con un concept, in esemplare unico, che esalta ancora di più l'immagine di moto bellicosa.

Il Centro Stile Ducati ha messo in mostra i muscoli della motard di Borgo Panigale a cominciare dalla linea, più affilata, con ampie tabelle portanumero ed un mascherino ancora più aggressivo oltre ad una parte terminale del codino più compatta. Inoltra spicca una grafica corsaiola con sella bicolore e numeri gara a far da padroni. Diversi sono i cerchi con ampie sezioni in colore rosso e dotati qui di razze sdoppiate che richiamano il mondo della corse.

In bella evidenza, scendendo sulla meccanica, troviamo una frizione a secco con tamburo spingidisco in evidenza e colore rosso. I tubi di scarico sono in titanio, mentre il comparto sospensioni vede pregiate pregiate Öhlins come già sulla versione SP della Hypermotard 950 ma ancora più raffinate.
Tra le tante raffinatezze presenti su questo concept inoltre abbiamo un telaietto posteriore in luogo del traliccio che troviamo sulla "Hyper" 2019, qui è una struttura in alluminio come presente sulla versione precedente (seppure rivisitato dai designer), forse meno aggressivo, ma decisamente più elegante nella silhouette. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti