Tu sei qui

MotoGP, Pernat: "Marquez è il più forte e ha pure fregato Lorenzo"

"Oltre ad essere veloce è anche furbo, ma presto dovrà fare i conti con Quartararo. La Yamaha sta già pensando di promuoverlo al posto di Vinales"

MotoGP: Pernat: "Marquez è il più forte e ha pure fregato Lorenzo"

Marc Marquez non fa sconti e a Le Mans è arrivato il terzo sigillo stagionale dopo quelli di Termas de Rio Hondo e Jerez. Lo spagnolo non poteva aspettarsi di più in terra francese, al termine di una domenica dove le Ducati di Dovizioso e Petrucci brillano sul gradino più basso del podio.

Nei primi tre posti non ci sarà forse una KTM, ma arrivare a soli cinque secondi dal vincitore è un indizio di quelli da non sottovalutare per Pol Espargarò. Di tutt’altro umore Alex Rins e Maverick Vinales, il primo solo decimo, il secondo addirittura fuori dai giochi.

Ecco quanto successo nell’ultimo appuntamento secondo l’occhio attento del nostro Carlo Pernat.

In Francia abbiamo visto una vittoria di squadra della Ducati e in pista di Marquez. Ci sono state tre Rosse alle spalle di Marc, ma non è bastato per ottenere il successo. Lui è il più forte di tutti e si porterà a casa tanti Mondiali. Oltre a essere veloce è anche furbo, dato che si è cucito addosso una Honda che solo lui riesce a guidare, lavorando soprattutto sul motore e fregando allo stesso tempo Lorenzo come lui stesso ha ammesso. Jorge quest’anno è stato sfortunato, ha saltato i test invernali e ora si è addirittura arrivati a parlare di divorzio, anche se mi sembra troppo presto.  Mi sembra di rivivere i tempi di Stoner, dato che solo Casey riusciva a guidare la Ducati nel 2007 e ora la stessa cosa vale per Marc con la Honda. Credo che Marc dovrà però fare i conti molto presto con Quartararo. A Le Mans ha girato più veloce di lui e presto me lo aspetto sul podio. Fabio è un fenomeno e sarà un bel fastidio per Marquez, proprio per questo Vinales dovrà fare attenzione. Maverick mi ricorda Melandri e adesso rischia di fare una stagione brutta e di perdere il posto nel team ufficiale. Nonostante abbia il contratto di due anni, può essere retrocesso nel team Petronas e sono convinto che la Yamaha penserà a questa cosa. Non scordiamoci poi la lotta in Ducati tra Petrucci e Miller, dove chi rimarrà davanti si guadagnerà il posto per il prossimo anno. Infine devo dire che sono stato impressionato da KTM con Espargarò a soli cinque secondi dalla vetta. Loro hanno fatto quel salto che dovevano fare, mentre l’Aprilia non ancora, dato che sta soffrendo con un pilota infortunato e l’altro demotivato. A confronto KTM ha già fatto un passo avanti, complice anche gli investimenti portati avanti dalla Casa”.   

ASCOLTA L'AUDIO

Categoria: 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti