Tu sei qui

Moto2, Alex fa il Marc, dominio Marquez a Le Mans

Lo spagnolo si prende la gara davanti a Navarro e Fernandez. Tante cadute, Baldassarri perde conoscenza e viene portato in ospedale

Moto2: Alex fa il Marc, dominio Marquez a Le Mans

Alex Marquez torna a vincere dopo Motegi 2017 e, dopo un weekend che avevamo descritto senza infamia e senza lode, si prende Le Mans. Lo spagnolo supera Luthi al terzo giro e poi conduce la gara senza particolari problemi e sempre con un buon margine.

“Sono felicissimo, non vincevo da tanto e dopo la brutta gara di Jerez ne avevo molto bisogno. Oggi è una vittoria di squadra, con le soft soffrivo durante il warm up e ho scelto di montare le altre gomme”.

Dietro di lui, succede il finimondo con tantissime cadute causate dall’asfalto freddo di Le Mans. Rimane in piedi Navarro, poleman di ieri, che conquista la seconda posizione al termine di un bellissimo duello con Augusto Fernandez. “è stato piuttosto difficile guidare oggi – ha detto Navarro - perché durante il weekend non abbiamo avuto molto tempo per provare l’assetto della moto in queste condizioni. In curva 8 mi sembrava di non riuscire a fermare mai la moto. Comunque, la seconda posizione è molto positiva

Quarta posizione per Brad Binder, primo delle KTM, dopo una bella bagarre con Xavi Vierge, quinto.

Sesto Thomas Luthi, secondo nel mondiale, che precede il miglior rookie di giornata e primo degli italiani Enea Bastianini. “È stata una gara difficile e tirata – ha detto il Bestia - ho fatto fatica a spingere sull’anteriore nei primi giri ma poi con il serbatoio scarico ho avuto un bel ritmo e ho ripreso i migliori. Comunque, sono le mie prime gare e cerco di migliorare sempre di più”

Ottavo l’altro pilota Dynavolt Marcel Schrotter che ha preceduto Lecuona e Nicolò Bulega, ancora in top 10.
Solo tredicesimo Luca Marini davanti a Roberts e Manzi, a punti con la MV Augusta.
Diciottesimo posto per Marco Bezzecchi, solo ventesimo Jorge Martin penalizzato con un ride through per partenza anticipata.

Tante cadute tricolori a Le Mans a partire da quella di Locatelli protagonista di un highside al primo giro, peccato per il Loca che era tra i più veloci in condizioni di asciutto. Ad ogni modo nessuna conseguenza, a parte una brutta botta al fondoschiena per il bergamasco. Conseguenze invece per il leader del mondiale Lorenzo Baldassarri, caduto mentre era in lotta con Brad Binder e centrato da un incolpevole Mattia Pasini, anche lui a terra. Balda ha perso conoscenza in pista ed è stato subito portato al centro medico dove, tornato cosciente, gli è stata trattata una lussazione alla spalla. Ora si trova in ospedale per accertamenti.

Cade anche Simone Corsi alla curva 13 mentre si trovava in seconda posizione in pieno recupero su Alex Marquez. “Era troppo bello – ha detto Simone - per essere vero, volevo mettermi vicino a Marquez. Era un po’ di anni che non guidavo così bene. Ho buttato via una gara

La classifica del mondiale ci racconta di un Baldassarri ancora primo davanti a Thomas Luthi e Jorge Navarro. Fa un bel salto in avanti Alex Marquez, quarto. Quinta posizione per Schrotter, sesto Fernandez. Per trovare un altro italiano dobbiamo scendere fino alla nona casella con Luca Marini. Decimo Enea Bastianini, al comando della classifica dei rookie.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti