Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Gara flag to flag? Guarderò i video di Marquez"

"Sono un pilota che capisce velocemente le situazioni e ha la giusta sensibilità, ma non mi sono mai ritrovato in condizioni come quelle odierne"

MotoGP: Bagnaia: "Gara flag to flag? Guarderò i video di Marquez"

Se due settimane fa a Jerez è stato colui che ha fregato Valentino Rossi, questa volta il destino gli si è rivoltato contro. Già, perché il maltempo ha complicato non poco i piani di Francesco Bagnaia, che in occasione delle qualifiche di Le Mans ha mancato l’appello con la Q2.

“Oggi era davvero difficile fare i conti con queste condizioni – ha esordito Pecco – se domani dovessero essere uguali serviranno molti flag to flag per rimanere in pista.  Il problema è che non sai quale gomma usare. La slick può essere la scelta corretta, però il problema è che ci vogliono tanti giri per portarla in temperatura e non resiste per tutta la gara”.

Guardando da fuori la pista sembrava indecifrabile.

“Le prime curve erano particolarmente bagnate e lo stesso discorso vale anche per la otto e la nove”.

Hai citato diversi flag to flag. Sei pronto nel caso?

“Sì, devo vedere alcuni video di Marquez a tal proposito. Il saltino non posso farlo, dato che non è più consentito dal regolamento”.

Francesco, nel tuo ultimo tentativo con la gomma da bagnato eri 12 millesimi più veloce del tempo di Valentino. Come mai sei rientrato senza finire il giro? Potevi essere nei primi due posti della Q1.

“C’è stato un problema di strategia. Abbiamo visto le condizioni migliorare, ma sulla moto mi è comparsa la scritta che dovevo rientrare. Il messaggio era giusto, il fatto è che quando sono rientrato con le slick pioveva e non sono nemmeno riuscito a portare la gomma in temperatura”.

Come giudichi questa Ducati sul bagnato?

“È una moto bella, ha tanto grip, non sapevo fino a che punto potessi spingere, invece ho trovato un grande potenziale all’anteriore e alle stesso tempo una buona trazione. Come detto spero nell’asciutto o bagnato in gara, dato che in questa condizioni non riesci facilmente a capire cosa fare. È una condizione strana, magari se il meteo è come quello del primo pomeriggio, qualcuno partirà con la slick”.

In queste situazioni particolari come ti ritrovi?

“Io sono uno molto veloce a capire la situazioni della pista e allo stesso tempo credo di avere la giusta sensibilità, il fatto è che in quelle attuali non mi sono mai ritrovato. Quindi non saprei come comportarmi e devo studiare bene quale strade prendere”.

audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti