Tu sei qui

Moto3, Mcphee brucia Arbolino e si prende la pole a Le Mans

Lo scozzese, passato dalla Q1, precede l'italiano e Ogura. 7° Antonelli con caduta, 9° Migno, 11° Fenati, 13° Dalla Porta con caduta, 16° Foggia

Moto3: Mcphee brucia Arbolino e si prende la pole a Le Mans

La Moto3 riserva sempre sorprese e spunti, ed a Le Mans anche il meteo ha aiutato in questo senso. La pioggia mattutina infatti ha reso la pista leggermente bagnata per l’inizio del Q1, che si è poi asciugata gradualmente ma non del tutto. Una condizione difficile, dove l’errore è sempre dietro e l’angolo e l’attenzione da prestare non è mai troppa.

In condizioni del genere girare è la maniera migliore di prendere confidenza, è John Mcphee è l’esempio perfetto. Lo scozzese infatti è passato per le forche caudine della Q1 facendo il primo tempo, replicando il risultato in Q2 e conquistando quindi la pole.

1’42”277 il suo crono, 190 millesimi più veloce di Tony Arbolino, che conquista comunque un’ottima casella sulla griglia di partenza. “Sono passato in corsia box perché avevo paura di prendere una penalità, e così facendo di solito ti salvi. Abbiamo lavorato tanto in questo weekend, per fare il giro ho azzerato tutto e seguito un buon riferimento come Suzuki, che andava molto forte. Non era facile entrare ed essere veloce con queste condizioni ma è andata bene, speriamo di replicare domani”.

Completa la prima fila Ai Ogura, veloce per tutto il weekend in tutte le condizioni, che precede il connazionale Tatsuki Suzuki (+0.290). Quinto è Gabriel Rodrigo in sella alla Honda del team Gresini, che precede Marcos Ramirez, passato dalla Q1. Settimo con caduta alla curva tre Niccolò Antonelli, che scatterà al fianco di Toba e Migno, che beneficiano delle penalità comminate a Fernandez (8° a fine turno) e Garcia (10°).

In difficoltà Romano Fenati, 11° ed ultimo pilota ad incassare meno di un secondo, che precede il leader del mondiale Canet e Lorenzo Dalla Porta, caduto come tanti altri prima alla curva tre. Soltanto 16° Dennis Foggia, che fa comunque meglio del compagno Celestino Vietti Ramus, che scatterà domani dalla 19° casella. Chiude la pattuglia azzurra Riccardo Rossi, 26°.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti