Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: "Spero domani piova per arrivare più caldo alla Q2"

Franco 11° per un millesimo: "Ho un ottimo passo gara e di venerdì e sabato non si prendono punti. Di natura, preferisco lavorare per la gara"

MotoGP: Morbidelli: "Spero domani piova per arrivare più caldo alla Q2"

Franco Morbidelli ha chiuso la prima giornata di libere a Le Mans con una grande beffa. L'autore della stessa, è stato infatti Jack Miller che per un solo millesimo di secondo ha strappato al pilota del Team Petronas il momentaneo accesso diretto alla Q2. L'australiano era infatti stato più veloce dell'italiano già nella prima sessione di giornata e tanto gli è bastato per mettere fuori dalla top ten Morbidelli.

Una prestazione certo non deludente, che tuttavia contrasta in maniera abbastanza marcata la doppia prima fila conquistata dalle Yamaha di Vinales e Quartararo, che sono stati in grado forse di spremere meglio il potenziale delle proprie M1 sul Bugatti.

A peggiorare poi la situazione ci si mette l'incognita meteo, con la quasi certezza che la pioggia possa cadere copiosa domani costringendo di fatto Franco, come tutti gli altri piloti oggi fuori dai dieci, a passare attraverso la Q1. Una situazione che tuttavia non sembra scoraggiare il pilota della VR46 Academy.

"Se domani piove, sarà meglio - ha dichiarato - perché ci faremo trovare più caldi in Q2. Ma in ogni caso la situazione non è male, vediamo come va domani".

Perché tutta questa fiducia?

"Oggi stava andando tutto bene, con la media mi trovavo a mio agio ed ho anche avuto un buon passo. Dopo ho messo la morbida e non sono riuscito a migliorare quanto volevo, non avevo confidenza con la gomma e dovremo capire perché e cercare di migliorare per domani".

Però la pioggia può cambiare i tuoi piani. Tu hai pochi chilometri sulla M1 in queste condizioni.

"La Yamaha l’ho provata ad Austin con il bagnato, anche se per poco. Il massimo che puoi fare in questi casi è mettere le gomme da pioggia e via! (ride, ndr)".

Certo che essere fuori per un millesimo fa girare le scatole.

"Si, ma conta poco - ha sottolineato Morbidelli -  Il passo è veramente buono, non ho controllato tutti i rivali, come Honda e Ducati. Ma di certo noi non siamo messi affatto male da questo punto di vista. Ricordiamoci che i punti li danno in gara, nelle prove non ne prendi nessuno".

Tu sei un po' un 'animale da gara', di quelli che lavorano tanto per la domenica.

"Bisogna essere bravi in tutto, ma forse in questo momento la mia natura è quella di essere un po’ più performante in gara e probabilmente è sempre stato così per me. Forse anche il mio metodo di lavoro con Forcada mi porta a questo, ma la verità è che in MotoGP bisogna essere bravi in tutto. Qui non puoi permetterti di lasciare niente al caso".

INTERVISTA RACCOLTA DA MATTEO AGLIO A LE MANS

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti