Tu sei qui

MotoGP, Iannone non si arrende: "Sto soffrendo, ma stringo i denti"

A. Espargarò e l'Aprilia nella top ten: "Con la RS-GP devo rischiare, i problemi che mi sto portando dietro sono gli stessi da inizio stagione"

MotoGP: Iannone non si arrende: "Sto soffrendo, ma stringo i denti"

Da una parte deve confrontarsi con la moto, dall’altra con il piede. Per Andrea Iannone il venerdì di Le Mans non è stato certo semplice, dal momento che la sua RS-GP si posiziona a ridosso della ventesima piazza, accusando oltre un secondo e mezzo.

“Non siamo partiti nel migliore dei modi, ma stiamo lavorando – ha commentato il 29 - sto facendo fatica a rallentare la moto, dato che la franata è il punto dove soffro di più. Tutto ciò compromette poi l’accelerazione, così come l’uscita dalle curve, dovremo fare qualcosa per sabato. Abbiamo fatto un piccolo passo avanti, ma non basta”.

L’aspetto fisico impatta non poco sulle prestazione del pilota di Vasto.

“Non sono al 100%, fatico in scalata e avverto abbastanza dolore al piede. Cerco però di stringere i denti e faccio del mio meglio, dato che siamo qui per correre e ci proviamo”.

Nonostante The Maniac sia lontano dalla vetta, nella top ten spicca però un’Aprilia. È quella di Aleix Espargarò, autore dell’ottavo tempo di giornata.

Le sensazioni non sono delle migliori, dato che accuso la mancanza di grip e soffro in accelerazione – ha spiegato lo spagnolo - nel pomeriggio abbiamo apportato grandi cambiamenti alla RS-GP, sono stati utili, ma non siamo riusciti a migliorare più di tanto”.

Aleix entra quindi nel merito dei problemi.

Rischio molto in frenata ed è per questo che sono caduto, dato che ho perso l’anteriore. Purtroppo perdiamo tanto in accelerazione, un aspetto determinante su un tracciato come quello di Le Mans. Stiamo lavorando per trovare un giusto compromesso tra motore ed elettronica, ma i problemi che mi porto dietro sono gli stessi da inizio stagione ad oggi”.

La mente è quindi rivolta al sabato.  

“Qualcuno dice che piove, altri no, vedremo quelle che saranno le condizioni meteo. Forse la FP3 sarà asciutta, a parte ciò dovremo lavorare per cercare il migliore assetto”.

audio raccolto da M. Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti