Tu sei qui

Moto2, FP1 a Le Mans sotto il segno di Locatelli

Il bergamasco è primo davanti a Schrotter e Binder. Buon settimo posto per Pasini, nono il leader del mondiale Baldassarri

Moto2: FP1 a Le Mans sotto il segno di Locatelli

Andrea Locatelli è davanti a tutti nelle libere del venerdì mattina a Le Mans. Il pilota Italtrans è stato l’unico a scendere sotto il muro dell’1.37 e protagonista di tutta la sessione con una serie di giri veloci in progressione. Nelle ultime battute è stato scalzato da Sam Lowes ma è poi riuscito a riprendersi la prima posizione con il tempo di 1.36.894.

Dietro al pilota bergamasco un ottimo Marcel Schrotter che, reduce dall’operazione al piede sinistro di una settimana fa, ha chiuso a soli 135 millesimi da Locatelli.

Chiude la top-3, con un ritardo di 216 millesimi, Brad Binder con la KTM che ha portato in pista a Le Mans, oltre che la quinta evoluzione del telaio, tante novità per provare a superare le difficoltà di adattamento al tre cilindri Triumph. La moto del sudafricano è l’unica targata Mattighofen tra le prime dieci.

Dietro di lui, a 40 millesimi, Sam Lowes che con la Kalex del team Gresini era riuscito a pochi minuti dalla fine a strappare il miglior tempo a Locatelli.

Quinta posizione per Remy Gardner, di nuovo brillante in sella, dopo la brutta sportellata con Marquez a Jerez che gli era costata un trauma cranico.

Primo degli italiani, senza contare Locatelli in prima posizione, è Nicolò Bulega, sesto e alla ricerca di conferme dopo il buon weekend andaluso che lo ha visto chiudere in nona posizione conquistando i suoi primi punti nel mondiale Moto2. Dietro al romagnolo troviamo Mattia Pasini, alla prima gara con la Kalex-Petronas, la sua terza moto dell’anno. Il Paso, che sostituirà l’infortunato Pawi almeno fino al Sachsenring, è stato costantemente tra i primi dimostrando subito un buon adattamento alla nuova moto anche grazie ai test effettuati nel day-after il GP di Jerez.

Ottava posizione per Thomas Luthi che ha preceduto di soli 6 millesimi il leader del mondiale Lorenzo Baldassarri. Il Balda è stato cauto in queste FP1 e ha cercato la tranquillità che gli era mancata nel venerdì di Jerez a causa dei problemi elettronici della sua moto.

Chiude la top 10 Alex Marquez con il tempo di 1.37.365.  

Quindicesimo tempo per Enea Bastianini davanti a Simone Corsi, specialista di Le Mans con 3 podi in Moto2. Diciottesimo tempo per Fabio Di Giannantonio e ventiduesimo per Luca Marini in netta difficoltà rispetto alle aspettative di inizio anno. Solo ventiseiesimo Stefano Manzi, protagonista di una caduta ad inizio turno, dietro di lui la KTM di Marco Bezzecchi. Come la casa austriaca anche la MV ha portato a Le Mans un nuovo telaio (provato, con tutta probabilità nei test di Jerez) per tentare di migliorare le sensazioni e la velocità in pista.

Da segnalare il ritorno di Jake Dixon, ventinovesimo con la KTM del team Angel Nieto.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti