Tu sei qui

SBK, Ducati porta il cucchiaio (ma da bagnato) a Imola

Nel Warmup di questa mattina sulle V4R è stato applicato un "cucchiaio" simile a quello utilizzato da Yamaha a Valencia

SBK: Ducati porta il cucchiaio (ma da bagnato) a Imola

Dopo il successo di Rea in Gara 1, che ha messo la parola fine "all'incantesimo Bautista" dopo ben 11 gare, Ducati insegue la Kawasaki nel Warmup della domenica mattina. Nella prima sessione bagnata del 2019 in SBK le V4R del team Aruba.it hanno portato in pista un appendice simile a quella utilizzata dalla Yamaha nei test a Valencia e che ha dato l'idea al contestatissimo cucchiaio Ducati in MotoGP

Quello provato oggi da Bautista e Davies, però, presenta delle sostanziali differenze rispetto al cucchiaio di Dovizioso & co (ora utilizzato anche da altri team oltre a Ducati), ed è più simile appunto al deflettore visto a Valencia 2018 sulle Yamaha di Rossi e Vinales.

Il cucchiao utilizzato dalla Yamaha a Valencia 2018 per deviare l'acqua dalla ruota posteriore

Le principali diversità tra l'appendice vista questa mattina e quella contestata in MotoGP sono  due: la posizione e la funzione. Questo deflettore, infatti, non è montato sul forcellone ma direttamente sulla carena della moto e il suo scopo non è il raffreddamento della ruota posteriore (o la ricerca di downforce) bensì la deviazione dell'acqua in condizioni di bagnato. 

Tutto regolare, quindi, e nessuna protesta da parte delle altre Case.

Purtroppo per Ducati, però,  anche provando a "proteggere" la gomma posteriore la V4 di Bautista  ha chiuso il WUP in ottava posizione, lontana quasi 3 secondi da Rea, leader della sessione. La Superpole Race poi è andata ancora una volta a Rea con Davies e Bautista nelle posizioni d'onore.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti