Tu sei qui

SBK, Camier non ha dubbi: “Imola sarà una gara difficile per la Honda”

Leon e la Fireblade SP2 all’esame del Santerno: “In questa situazione non posso sbilanciarmi, ma farò di tutto per essere veloce”

SBK: Camier non ha dubbi: “Imola sarà una gara difficile per la Honda”

In questo inizio di stagione la sua migliore prestazione è stata quella di Phillip Island, dove in Gara 2 ha conquistato la decima posizione. Basta questo per mettere in risalto tutte le difficoltà che ha incontrato Leon Camier nell’avventura con Honda Moriwaki.

Come abbiamo detto in più occasioni, questo 2019 ha il sapore di un anno di transizione verso il 2020, dove la giapponese sfoggerà la nuova moto. Il futuro però può aspettare, dal momento che c’è prima il presente a cui pensare: “Adoro Imola, la pista è davvero bella e mi piace guidare su quel tracciato – ha commentato il britannico – a parte ciò, mi aspetto un fine settimana difficile per la Honda. Il layout è molto fisico e ci sono diversi dettagli  su cui concentrarci in termini di configurazione della moto”.

Insomma, Leon non utilizza troppi giri di parole: “Come detto penso che sarà un weekend impegnativo, ma non vedo l’ora di scendere in pista – ha aggiunto – spero che il meteo sia meglio rispetto ad Assen, dato che avremo l’occasione di preparare al meglio la gara. Come detto non mi sbilancio, vedremo quindi cosa accadrà”.

Non manca poi la curiosità nei confronti di Ryuichi Kiyonari, ancora alla ricerca della giusta fiducia con la Fireblade: “Il tracciato di Imola è ben diverso da quello del TT -  ha dichiarato il giapponese – ci sono diverse curve, ma anche salite e discese. Qua ho corso una sola volta nella mia carriera, era il 2009, per Althea è un weekend speciale e farò di tutto per essere competitivo”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti