Tu sei qui

SBK, Bautista: “Il vantaggio mio e della V4 sarà destinato a diminuire”

ESCLUSIVA – “La Superbike non mi ha reso più debole, sto lavorando per tornare in MotoGP, perché mai come ora mi sono sentito così forte. Pirro? Merita la SBK”

SBK: Bautista: “Il vantaggio mio e della V4 sarà destinato a diminuire”

Gran parte dei riflettori saranno puntati su di lui questo weekend. Già, perché Imola è la gara di casa Ducati e i tifosi della Rossa sognano l’ennesimo trionfo da parte di Alvaro Bautista. Lo spagnolo sa che il fine settimana avrà un sapore speciale, ma lui preferisce non pensarci più di tanto, mantenendo l’attenzione focalizzata sulla pista.

Di sicuro il test svolto lo scorso 24 aprile ha lasciato le giuste sensazioni al portacolori Aruba, pronto alla battaglia.

“Prima di quella data avevo letto soltanto il cartello della pista in autostrada – ha esordito lo spagnolo – il test è stato utile, dato che abbiamo trovato condizioni di asciutto e bagnato. Questa è una pista old style, per certi versi mi ricorda Laguna Seca, anche se con meno discese e salite. Non è difficile da imparare come può essere Portimao, anche se in quanto sicurezza c’è da fare qualcosa per il futuro. Penso quindi che questo aspetto debba essere rivisto”.

Cosa c’è da aspettarsi da questo round?

“So che è una gara importante per la Ducati, ma personalmente non mi aspetto niente. Voglio solo avere le giuste sensazioni con la moto, cercando di ottenere la massima prestazione. Qualora dovessi riuscire a vincere sarebbe perfetto, ma per me è più importante la fiducia con la V4”.

Parlando con Rea, ci ha detto che ha pensato al fatto di non vincere nemmeno una gara quest’anno. Credi quindi che riuscirai a mantenere un così alto margine?

Non credo che il mio livello diminuirà, semmai aumenterà quello dei rivali. Quando hai un pilota o un avversario che è più competitivo, cerchi di seguirlo. Non esiste il pilota e la moto impossibile da battere e ribadisco di essere io il primo sorpreso per questi risultati. Proprio per questo mi aspetto di non vincere tutte le gare della stagione, dato che è impossibile mantenere un simile gap”.

Per batterti l’unica soluzione che hanno i rivali è realizzare una SBK versione MotoGP?

“Ogni Casa può fare come la Ducati, interpretando il regolamento nel miglior modo, però quello non basta, perché ci vuole una moto e un pilota forte, così come tutta la squadra”.

Alvaro, quanto ci pensi al ritorno in MotoGP?

Il mio obiettivo è vincere, dato che con questa moto mi trovo bene, anche se mi piacerebbe andare in MotoGP con una moto ufficiale. So che ci sono molti piloti che vogliono la Ducati Factory e so bene che arrivare dalla SBK in MotoGP è più complicato. L’unica cosa che posso fare è dare il massimo, ma la scelta non è mia”.

Non pensi che la SBK ti abbia per certi versi indebolito?

“Più che il risultato io sto curando la prestazione, infatti ad Assen il miglior tempo in gara è stato più veloce rispetto a quello della MotoGP. Credo che con il materiale attualmente a disposizione siamo ad altissimo livello e proprio per questo conferma il potenziale mio e della moto”.

Dovizioso ha detto che mai nessuno ha capito quanto sia forte Bautista.

“Visto da fuori può sembrare, di sicuro Andrea conosce la mia situazione meglio di altri. Io ero consapevole del mio potenziale, ma forse non avevo il mezzo adatto per esprimerlo al 100%. Ora sono convinto di essere al top della forma e delle prestazioni per avere una MotoGP”.

Un’ultima battuta: lo sai che Pirro voleva correre al posto tuo?

“L’ho letta quell’intervista a Michele su GPOne. Pirro è un grandissimo pilota e merita un’opportunità in Superbike”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti