Tu sei qui

Silverstone: nuovo asfalto e contratto con la MotoGP fino al 2021

A giugno verranno ultimati i lavori, supervisionati dalla Dromo di Jarno Zaffelli. "La FIM ci ha dato indicazioni precise per ottenere l'omologazione"

MotoGP: Silverstone: nuovo asfalto e contratto con la MotoGP fino al 2021

L’anno scorso la MotoGP a Silverstone la MotoGP aveva fatto una delle peggiori figuracce della sua storia: un po’ di pioggia (cosa non così inconsueta in Inghilterra) e la pista era diventata un disastro. Colpa del nuovo asfalto, che non drenava e aveva trasformato il circuito in un lago. La gara fu cancellata e i responsabili del tracciato avevano promesso di correre ai ripari.

Sono stati di parola e il prossimo mese si procederà alla completa riasfaltatura della pista. “Silverstone conferma la completa riasfaltatura del circuito e l’estensione del contratto per la MotoGP con Dorna fino al termine del 2021” la comunicazione ufficiale via Twitter.

Fra poche settimane, quindi inizieranno i lavori, che non saranno più effettuati dalla Aggregate Industries, responsabile del disastro dello scorso anno, ma dall’azienda Tarmac. Inoltre è stato affidato il compito di progettazione e supervisione alla Dromo di Jarno Zaffelli, l’azienda che ha ridisegnato il circuito di Termas de Rio Hondo e si è occupata della riasfaltatura di Mugello e Sepang.

La FIM ha evidenziato un problema così grave da darci delle istruzioni molto specifiche per ottenere la nostra omologazione, quindi dovremo attenerci alle loro indicazioni”, ha dichiarato il managing director del circuito Stuart Pringle a MCN.

I lavori verranno terminati nel mese di giugno, i piloti della Formula 1 saranno i primi a sperimentare il nuovo asfalto a luglio, la MotoGP correrà invece a Silverstone a fine agosto ed è praticamente impossibile che si possano organizzare dei test prima del GP.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti