Tu sei qui

Moto2, Test a Jerez: KTM osservata speciale con una pioggia di novità

Nuovi telaio e forcellone per la moto austriaca e primo contatto di Pasini con il team Petronas. In Moto3 prove di elettronica per Antonelli

Moto2: Test a Jerez: KTM osservata speciale con una pioggia di novità

Dopo lo scoppiettante weekend di gara due giorni di test ad Jerez per tutte le classi del motomondiale. Lunedì la MotoGP, martedì le classi minori.

Moto2: KTM al contrattacco

In pista senza cronometraggio ufficiale i team di Moto2 hanno provato varie soluzioni all’indomani di un Gran Premio che ha in gran parte confermato le difficoltà e i pregi delle varie moto già notati nelle gare di inizio stagione.

La casa più in difficoltà, e per questo osservata speciale del martedì di Jerez, è stata la KTM capace di raccogliere solo 29 punti in queste prime quattro gare, venti meno della Speed Up che però schiera solo due moto in griglia. Una crisi che era stata preannunciata già a novembre quando, dopo il primo contatto con il motore Triumph, la casa austriaca dovette ridisegnare il telaio delle sue moto a causa di evidenti problemi di vibrazione (chattering).

Secondo le indiscrezioni che arrivano da Jerez il team Ajo avrebbe provato due nuovi forcelloni e un nuovo telaio con Martin e Binder. Tanto lavoro anche per il team Tech3 con Bezzecchi e Oettl. Il pilota italiano ha collezionato 44 giri incamerando sensazioni contrastanti e una caduta. “Sono stati dei test difficili -ha detto Bezzecchi – abbiamo provato molte cose nuove. Siamo ancora un po’ in difficoltà ma il team sta lavorando bene”.

Stesse novità, almeno per quanto riguarda la componentistica, anche per MV Agusta che, con Stefano Manzi, ha girato con telaio e forcellone nuovi.

Giornata impegnativa anche per Mattia Pasini sulla Kalex del team Petronas, il “tutto fare” della Moto2 sostituirà l’infortunato Pawi per le prossime gare e nella giornata di oggi ha collezzionato un totale di 54 giri, girando costantemente con un passo di 1 minuto e 41 secondi.

È stato un incredibile primo giorno – ha affermato Pasini al termine della giornata - Sono molto contento della squadra; questa è una famiglia. Mi sono subito sentito a mio agio. Ho fatto dei buoni giri anche se durante la sessione di mezzogiorno la temperatura dell'asfalto era troppo alta. Durante la giornata non ho cambiato molto il setup della moto, ho preferito adattare il mio stile di guida. Sebbene non ci fosse un cronometraggio ufficiale, penso di essere stato tra i più veloci in pista. Ora è devo concentrarmi su Le Mans e dare il massimo per ottenere il miglior risultato possibile".

Dopo l’infortunio di domenica di Remy Gardner (commozione celebrale in seguito alla caduta in gara) per il SAG Team ha girato solo Tetsuta Nagashima, protagonista anche lui di una scivolata ma senza conseguenze.

Moto3 - Nuovo forcellone per Canet

Tanto lavoro anche per i team della classe minore che hanno provato molti accorgimenti tecnici sopratutto in vista di Le Mans.

Il leader della classifica mondiale, Aron Canet ha portato in pista un nuovo forcellone, così come il suo connazionale Arenas che si è concentrato molto anche sulla frizione.

Focus su elettronica, frizione e freno motore per Nicolò Antonelli vincitore della gara di domenica e secondo in classifica per solo un punto.

Tantissimi giri e due cadute alla curva 2 per Can Öncü alla ricerca della migliore confidenza con la KTM2019 del team Ajo, nessuna conseguenza per lui.

Domani sono in programma test anche ad Aragon, pista che alcuni team hanno preferito per raccogliere dati in vista del GP di fine settembre.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti