Tu sei qui

Il marchio Ducati debutta nell'elettrico: prove di futuro?

Lo scooter cinese CUx di Super Soco si veste con la grafica MotoGP 2018 in omaggio al WDW. Solo una operazione commerciale?

Moto - News: Il marchio Ducati debutta nell'elettrico: prove di futuro?

Share


I fan irriducibili della Rossa di Borgo Panigale sicuramente storcono il naso. Vedere il logo Ducati su uno scooter, anche se in passato non sono mancate proposte in tal senso (vedi ad esempio il Brio, scooter prodotto tra il 1963 e il 1967), al giorno d'oggi fa un certo effetto. Inutile negarlo. Se aggiungiamo che in questo caso si tratta di una proposta elettrica, il tutto potrebbe agitare i sonni di un popolo nato sotto il segno "Desmo". 
In questo caso però si tratta di una operazione di rebranding fatta sul CUx, scooter elettrico della cinese Super Soco per celebrare il successo della “Race of Champions”, svoltasi al World Ducati Week 2018 a Misano Adriatico, quando i piloti ufficiali Ducati hanno gareggiato in sella a delle Panigale V4S allestite per l'occasione.

Una mossa che, a ben vedere, potrebbe celare anche un altro intento. Con i sempre maggiori investimenti verso la motorizzazione elettrica, sia nel campo delle due che quattro ruote, anche per una azienda come Ducati c'è la necessità di sondare i nuovi scenari in vista del prossimo futuro. Un lavoro di studio e progettazione che a Borgo Panigale hanno avviato da tempo, sia internamente che appoggiando progetti come Motostudent dell'Università di Bologna.

DUCATI: PROVE DI FUTURO

Ci vorrà comunque ancora del tempo, come spiegato dallo stesso Claudio Domenicali, per vedere una Ducati elettrica (non necessariamente scooter) sul mercato, ma saggiare il polso della situazione, con l'occhio alla risposta degli appassionati, non fa mai male. Ecco che una operazione come quella di un commuter  urbano elettrico, con il logo Ducati che campeggia sui fianchi, può essere vista come approccio, un tentativo, di sondare quello che sarà il futuro, sfruttando una cooperazione commerciale con la cinese Super Soco. L'accordo di licenza tra i due produttori è nato al WDW del luglio scorso a Misano: il Gruppo Vmoto che opera come E-max e Super Soco sul mercato occidentale, per l'occasione è stato “green official supplier” e ha fornito gli scooter ufficiali per l'evento. Su licenza Ducati è stato poi realizzata questa "Limited Edition" con livrea ispirata proprio alla Panigale V4S Corse che ha corso con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo.

CUx: I NUMERI

Il Super Soco CUx è spinto da un motore elettrico Bosch con potenza di 1300 Watt alloggiato nella ruota posteriore ed alimentato da un pacco batterie al litio da 32 Ah removibile posto sotto la sella, dove è comunque possibile riporre alcuni oggetti. La velocità massima è limitata a 45 km/h e alla massima andatura è garantita un'autonomia di 60 km, che salgono a 100 grazie al sistema di gestione integrato con tre modalità di guida. La ricarica completa richiede 6-7 ore ma tra gli optional è disponibile il sistema di ricarica veloce (3,5 ore). La ciclistica è incentrata su di un robusto telaio monoculla sdoppiata in tubi d'acciaio che durante i collaudi ha superato il test di 500mila vibrazioni. Le ruote sono entrambe da 12” con pneumatici 90/90, mentre le sospensioni sono una forcella idraulica e un vero forcellone. I freni sono entrambi a disco, con sistema assistito ABS. Il CUx pesa solo 70 kg mentre il prezzo è di 2.990 euro

Articoli che potrebbero interessarti