Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "Quartararo mi ha preso un record? Da domani lo fermerò"

Marc promette battaglia: "mi sento pronto per la vittoria. Il rivale più pericoloso? Dovizioso ha fatto vedere un gran ritmo"

MotoGP: Marquez:

Oggi Marquez forse si è sentito per la prima volta vecchio, dopo che Quartararo gli ha soffiato il record di più giovane poleman della storia della MotoGP. “Non ricordavo nemmeno che appartenesse a me - ha sorriso Marc - Sono contento per Fabio, ma solo perché è sabato. Da domani cercherò di fermalo perché non mi prenda altri primati”.

Marc non si aspettava che in qualifica finisse così, dietro alle due Yamaha satellite.

Non mi aspettavo di trovarmi questi due piloti davanti, hanno girato veramente forte - si è complimentato - Effettivamente quando sono calate le temperature mi sentivo un po’ preoccupato per le qualifiche, perché a Jerez i tempi si livellano col fresco. Ho provato ad usare tre gomme posteriori, ma l’anteriore ha sofferto troppo e non sono riuscito a migliorarmi”.

Non per questo Marquez si è ritirato indietro dal congratularsi col francese.

“Lo seguo da quando corre nel CEV ed è subito stato chiaro che avesse talento - ha detto - però ha avuto una carriera quasi opposta alla mia. Io mi sono sempre trovato in team con una bella atmosfera e sono passato da una classe all’altra quando mi sentivo pronto. Fabio, invece, ha cambiato spesso team ed è salito prima in Moto2 e poi in MotoGP quando io non me lo sarei aspettato. Ora è nella classe regina, si è dimostrato veloce e con l’esperienza potrà solo migliorare”.

Marc non lo esclude neppure dalla lotta per la vittoria domani, ma sa che il favorito è ancora lui.

Io mi sento pronto per lottare per la vittoria - ha ammesso - Sono contento di questa giornata perché ho potuto lavorare sulle gomme in vista della gara. Chi saranno i miei rivali? Dovizioso ha un gran passo e sa come si gestisce una gara, Fabio e Franco partono davanti quindi ci saranno. Altro è difficile dire perché Jerez è una pista corta e in 25 giri bisognerà rimanere molto concentrati”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy