Tu sei qui

Moto3, Prima pole in carriera per Dalla Porta a Jerez, 3° Vietti

Il toscano regola per quattro millesimi Suzuki, passato per la Q1. 4° Antonelli davanti a Foggia, 10° Fenati, 13° Migno, 16° Nepa

Moto3: Prima pole in carriera per Dalla Porta a Jerez, 3° Vietti

Primo turno di qualifica “Europeo” per la Moto3, sotto il cielo a tratti nuvoloso di Jerez. I colpi di scena come al solito non sono mancati: nella prima parte della (breve) sessione solo alcuni piloti sono scesi in pista, montando gomme usate, mentre nella parte finale vi è stata la resa dei conti, con tutti alla caccia del tempo supportati da pneumatici nuovi. 

A spuntarla nella battaglia finale è stato Lorenzo Dalla Porta, che conquista la sua prima pole di carriera grazie al tempo di 1’46”011. “Ieri eravamo in difficoltà ma lavorando ne siamo venuti fuori. L’importante è la gara ma partire dalla pole mi tranquillizza, speriamo di lottare per la vittoria perché abbiamo i mezzi per farlo”

Al toscano sono bastati quattro millesimi per mettersi alle spalle Tatsuki Suzuki, bravo a superare l’ostacolo della Q1 dopo la caduta di questa mattina. “Oggi non conta ma è bello essere al parco chiuso. Occorre restare concentrati e lavorare bene, domani cercheremo di fare bene”.

Chiude la prima fila Celestino Vietti Ramus, per la prima volta nei primo tre in qualifica. “Sono molto contento, è stato difficile essere veloce nelle libere ma in qualifica il tempo è venuto fuori. Ho grande confidenza e il gioco di squadra ha aiutato, spero di replicare questo risultato domani”.

Quarta piazza con rammarico per Niccolò Antonelli: il cattolichino aveva in mano un giro da pole, ma un’imbracata in uscita dalla 13 lo ha relegato ai margini della prima fila. L’Italia che sorride prosegue con Dennis Foggia quinto davanti a Gabriel Rodrigo, mentre Aron Canet si è dovuto accontentare della settima piazza dopo un problema tecnico sulla sua KTM.

Chiude la top ten Romano Fenati, a mezzo secondo dalla vetta, mentre Andrea Migno (passato dalla Q1) scatterà domani 13°. Restando sugli azzurri Stefano Nepa è 16°, Tony Arbolino 19° e Riccardo Rossi 27°. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti