Tu sei qui

SBK, Canepa e Yamaha all’assalto della Honda alla 24 Ore di Le Mans

Sfida nel weekend al Bugatti con il pilota ligure affamato di rivincita dopo il secondo posto di settembre al Paul Ricard

SBK: Canepa e Yamaha all’assalto della Honda alla 24 Ore di Le Mans

La sfida è pronta a ripartire. A distanza di sette mesi dalla tappa del Bol d’Or, il Mondiale Endurance si appresta infatti ad affrontare il secondo appuntamento della stagione 2018-2019. Già, perché in occasione del weekend di Pasqua, i riflettori saranno puntati sul tracciato di Le Mans per la storica 24 Ore. Un fine settimana che si preannuncia incandescente, dopo quanto accaduto nella gara d’apertura dello scorso settembre al Paul Ricard.

Di sicuro FCC TSR punterà a confermare la propria leadership, forte del successo in avvio di stagione. Non dimentichiamoci inoltre che lo squadrone Honda, formato da Joshua Hook, Freddy Foray e Mike Di Meglio, ha trionfato proprio qua un anno fa, al termine di un finale rocambolesco in cui GMT94 ha gettato al vento i sogni di gloria.

Come ben sappiamo il team di Guyot non partecipa più alla serie, dal momento che ha destinato le proprie energie alla SuperSport. Nonostante l’addio all’Endurance, Niccolò Canepa ha comunque proseguito l’avventura nella competizione, accasandosi in Yamaha Yart. Per il pilota ligure si preannuncia quindi un  2019 no stop, dal momento che sarà in azione anche nel Campionato riservato alle MotoE. Prima c’è però da pensare al presente con la 24 Ore di Le Mans dove tenterà l’assalto al successo che manca ormai da ben troppo tempo. Lo farà assieme ai compagni Broc Parkes e Marvin Fritz con cui ha chiuso al secondo posto nella round d’apertura dello scorso settembre.

In quell’occasione gli alfieri YART dovettero fare i conti con i “cugini” di Wepol Racing. Sarà anche vero che Sheridan Morais, Matthieu Lagrive e Danny Webb finirono alle spalle della squadra di Canepa, ma la somma dei punti ha consentito al team tedesco di superare Yart nella classifica iridata, agganciando quindi il secondo posto dell’assoluta.

Alla bagarre non vorrà poi mancare Suzuki, alla ricerca di un successo che sembra essere diventato un vero e proprio tabù. Il team SERT non vorrà certo deludere le aspettative nella sfida di casa che vedrà impegnati Vincent Philippe, Etienne Masson e Black Gregg,  e lo stesso discorso vale anche per Kawasaki SRC, i cui riflettori saranno puntati su David Checa, Jeremy Guarnoni ed Erwan Nigon.

Giovedì, alle ore 15:40, il via delle prove libere. Sabato, alle 15:00, la partenza della 42^ edizione della 24 Ore.   

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti