Tu sei qui

MotoGP, Lavori in corso per Aprilia ad Austin: forcellone in carbonio e cucchiaio

VIDEO - La Casa di Noale si è fermata sul tracciato del COTA per mettere in pista nuove soluzioni per aiutare Iannone ed Espargarò e far crescere la RS-GP

Iscriviti al nostro canale YouTube

Aprilia non ha smontato tutte le strutture del box al termine del Gran Premio di Austin, perché è uno dei Costruttori che ha deciso di restare un giorno in più sul COTA per sperimentare in pista nuove soluzioni tecniche. L'asticella in MotoGP è altissima negli ultimi anni e le ambizioni per la Casa di Noale sono aumentate molto in questo 2019.

L'arrivo di Massimo Rivola nel ruolo di AD di Aprilia Racing e di Andrea Iannone in quello di nuovo pilota ha senza dubbio dato una scossa all'intero sistema. Per quanto riguarda l'ambito tecnico ha concesso maggiore libertà di azione a Romano Albesiano, che potendosi concentrare solo sul lavoro di ingegnere ha iniziato a portare la sperimentazione sulla moto su un livello diverso. Dall'altra parte, anche se per adesso non ha ancora raccolto i risultati che avrebbe voluto, Iannone ha aperto strade per lo sviluppo della moto completamente diverse, grazie alla grande esperienza maturata negli anni in Ducati e in seguito in Suzuki.

LAVORI IN CORSO NEI BOX APRILIA

Uno scenario che sta portando i primi frutti e che ha portato delle prime, molto visibili, novità sulle RS-GP, una moto che è senza dubbio cresciuta rispetto al disastroso 2018 ma che ha ancora molta strada da fare per poter avere ambizioni da podio, in linea con il blasone Racing di Aprilia. 

La prima novità è un forcellone in carbonio, un elemento testato da Iannone e probabilmente teso a restituire maggior confidenza con la gomma posteriore al pilota di Vasto. Un elemento che è già presente su diverse moto della concorrenza e che ha sempre incontrato il gradimento dei piloti delle varie Case.

Un'altra novità è rappresentata dal famigerato cucchiaio, che lo stesso Massimo Rivola aveva confermato essere già presente nei box durante i turni del weekend di gara. In Aprilia hanno probabilmente deciso di metterlo in pista solo dopo il termine del Gran Premio per non mettere troppa carne sul fuoco durante lo svolgimento delle libere, preferendo dunque far debuttare la soluzione in un momento più tranquillo per valutare al meglio la sua efficacia. 

Purtroppo non ci è stato possibile raccogliere alcuna immagine del cucchiaio Aprilia, che ha una struttura simile a quella già vista su Ducati e Honda. 

Non essendo test ufficiali, non sono stati divulgati i tempi registrati. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti