Tu sei qui

MotoGP, Petrucci: "Tre sesti posti? Una sufficienza ma nulla di più"

Danilo sesto: "Devo preparare meglio il weekend, qui qualificandomi meglio sarei rimasto con quelli davanti. Almeno sono 5° in campionato"

MotoGP: Petrucci: "Tre sesti posti? Una sufficienza ma nulla di più"

Danilo Petrucci ha messo assieme nelle prime tre gare tre sesti posti. Un triplo sei che di diabolico però ha poco, perché Danilo è consapevole che da pilota ufficiale Ducati i risultati che ci si aspetta da lui devono necessariamente essere di altro spessore. Non ha però problemi ad ammettere di aver avuto qualche difficoltà di troppo e soprattutto mantiene la freddezza necessaria per continuare a lavorare in sintonia con la squadra e aspettare il momento in cui cogliere finalmente risultati di prestigio.

"Questi tre sesti posti significano che ho preso sempre la sufficienza, ma niente di più e niente di meno. In Qatar ho avuto una occasione che sinceramente mi sento di aver sprecato, mentre in Argentina e qui ad Austin invece ero molto più in difficoltà. In verità in Argentina per un momento ho anche pensato di poter fare podio, mentre qui ho perso troppo tempo all’inizio nei primi tre o quattro giri". 

La partenza non è andata come speravi. 

"Di certo non è stata facile, perché c’è stato un po' di casino nella prima curva ed ho perso due posizioni. Mi hanno passato Espargarò e Quartararo e io non volevo spingere troppo sulle gomme. Quando li ho passati ero in grado di avere un buon passo, ma poi quando mi sono ritrovato a pochi giri dal traguardo ho iniziato a perdere l’anteriore. Un peccato perché mi avvicinavo a Morbidelli, ma ho capito che ero troppo lontano e soprattutto non sentivo grande confidenza con le gomme. Quindi ho deciso che un sesto posto andava bene".

Alla fine sei riuscito a portare a casa qualcosa di buono.

"Venerdì ero stato solo 13° con due gomme morbide, quindi questo vuol dire che in questo weekend ero abbastanza in difficoltà. Ma come ho detto sono felice del punteggio, perché a questo punto sono quinto del campionato, anche se siamo solo alla terza gara. Dobbiamo continuare a lavorare per le prossime gare, di certo Jerez, Le Mans e Mugello sono molto diverse per noi, quindi aspetto quelle piste". 

Cosa ti ha dato maggiori problemi qui in Texas?

"Sinceramente non ho mai avuto buone sensazioni con l’anteriore della moto per tutto il fine settimana, ma ad un certo punto della gara, verso metà, stavo iniziando a guadagnare qualcosa in alcuni punti della pista e il mio passo era buono. Ma le gomme mi hanno mandato due o tre segnali ed ho capito che recuperare tre secondi a Morbidelli sarebbe stata dura. Sono stato vicino a cadere una volta e sono riuscito a cavarmela per poco. Alla dieci c’era una chiazza di bagnato e avrò fatto trenta metri con la ruota girata e l’anteriore chiuso. Meglio i dieci punti. Di certo non posso essere felice di questa gara, ma sono contento di aver recuperato un weekend che era iniziato male".

Uno dei piloti che ti ha fatto perdere più tempo è stato Pol Espargarò. Ti ha sorpreso la KTM?

"Pol sta guidando benissimo la KTM, partiva molto avanti in griglia. Hanno un ottimo motore, quindi è stata dura passarlo. Ho perso un po’ di tempo, magari avrei potuto passarlo prima ma non volevo fare errori". 

Cosa pensi di aver imparato in questo weekend?    

"Sicuramente devo curare di più la partenza ed i primi giri di gara. Non era questa la gara in cui farlo perché già partivo in terza fila ed è stato buono riuscire anche solo ad entrare in Q2. Però vedendo dopo il passo che avevo e che non era male, stando magari più avanti in griglia sarebbe stato meglio. Però con i se ed i ma non si va lontani, quindi non posso che prendermi il buono e cioè che stiamo facendo dei punti importanti. Chiaro che dobbiamo fare di più". 

Le gomme sono ancora un grosso problema?

"Sono migliorato già da quest’inverno con l’usura delle gomme, sono in linea con gli altri piloti Ducati e quello non è male. E’ chiaro che in Argentina e qui ad Austin, sono partito troppo lontano. Se vuoi giocarti una top five come vorrei fare, non va bene, Sicuramente devo migliorare nella costruzione del weekend". 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti