Tu sei qui

MotoAmerica, Finalmente si parte, è già caccia al numero 1 di Beaubier

Cameron e la Yamaha titolati tre volte dovranno guardarsi le spalle dai vari Gerloff, Elias, Herrin, Scholtz  e Beach. A Road Atlanta la prima sfida stagionale

MotoAmerica: Finalmente si parte, è già caccia al numero 1 di Beaubier

Coraggio Wayne, manca davvero poco al primo round stagionale! Il presidente di MotoAmerica scalpita, perché non vede l’ora che il suo campionato inizi.

 

L’ex iridato della 500 Gran Prix è un corridore purosangue; tolta la tuta da pilota, il californiano partecipa con empatia alle azioni delle moto in pista: “questo è il momento nel quale un pilota deve dimostrare ai rivali di essere l’uomo da battere, partendo dalle prove, sino alla domenica pomeriggio. Non c’è niente di meglio della prima gara stagionale, quando tutti voglio dichiarare il proprio valore”.Hai ragione Mister Rainey.

Quest’anno saranno in tanti a voler fare ciò che Wayne ha detto, a partire dal campione in carica, Cameron Beaubier. Al portacolori Yamaha non interessano i discorsi di marketing e tabelle portanumero iconiche. Il tre volte titolato USA vuole e tiene il numero 1, a suggello delle vittorie ottenute. Parentesi: anche noi faremmo la stessa cosa.

Infatti, i rivali sanno che per vincere dovranno fare i conti con la R1 ufficiale del team Monster. Ne è consapevole il compagno di squadra Gerloff, che vuole battere almeno una volta Beaubier. 

Toni Elias e la Suzuki Yoshimura sono pronti all’attacco; l’impresa 2017 non è lontanta, lo spagnolo proverà a fare suo lo scettro americano anche quest’anno. Ben cosciente che il nuovo arrivato Josh Herrin non reciterà il ruolo di comparsa, perché il numero 2 vanta campionati vinti nell’AMA. Basti guardare l la foto qui a fianco per capire cosa voglia davvero il numero 2. Perlomeno, dare fastidio al rivale Cameron.

La pista di Braselton, Georgia, è micidiale. Difficile, tecnico, pericoloso, Road Atlanta ospita la prima delle 10 date fissate nel calendario MotoAmerica, con tanti piloti voglioso di mettersi in luce.

Occhi puntati su Kyle Wyman, al via con la nuovissima Ducati Panigale V4. Attenzione anche a Jake Gagne, tornato a casa per raccogliere risultati prestigiosi. Le Yamaha e Suzuki di Scholtz e Lewis sono pronte ad almeno un successo di tappa. Inoltre, secondo voi il campione Supersport JD Beach resterà a guardare?! Macché: “Spiaggia”, vuole fare nella classe Superbike ciò che gli riusciva bene con la 600. Stare davanti. Ovviamente, Cameron Beaubier permettendo.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti