Tu sei qui

MotoGP, Valentino Rossi, il lungo digiuno: 644 giorni senza vittorie

Ultima vittoria Assen 2017. Fra quella data ed il 2018, infatti, il 9 volte iridato ha totalizzato appena 7 podi, in 29 Gran Premi disputati: due secondi e cinque terzi posti

MotoGP: Valentino Rossi, il lungo digiuno: 644 giorni senza vittorie

Domenica prossima, alla partenza del Gran Premio di Argentina, saranno ben 644 giorni che Valentino Rossi non sale sul gradino più alto del podio.
Un digiuno che dura da quel 25 giugno del 2017 quando vinse il Gran Premio d'Olanda davanti a Petrucci e Marquez.

Ma che è successo nel frattempo?

Travolto dalla crisi della Yamaha il pesarese non è più riuscito ad indirizzare la casa di Iwata, alla disperata ricerca della competitività. Non è che la M1 sia scomparsa dai radar, ma più semplicemente non riesce più ad emergere nei confronti delle rivali.

E se Honda e Ducati hanno fatto un deciso passo in avanti, ora si è avvicinata anche la Suzuki, come sta dimostrando Alex Rins che in Qatar è stato capace di arrivare davanti al 9 volte iridato.

In questi quasi due anni Vale ha faticato molto, moltissimo, sempre però senza perdere la sua leggendaria grinta, confermata anche all'inizio di questo mondiale a Losail.

I risultati però non sono arrivati. Fra il 2017 ed il 2018, infatti, il nostro ha totalizzato appena 7 podi, in 36 Gran Premi disputati: due secondi e cinque terzi posti.

La fatica che sta facendo Rossi, ma nel contempo la grinta che mette in tutte le gare, è dimostrata anche dai piazzamenti: per ben cinque volte volte è arrivato quarto, indossando la medaglia di legno. Sei volte è stato quinto ed una volta sesto.

Numeri certamente non all'altezza del suo blasone. Sarà il 2019 l'anno della riscossa?

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti