Tu sei qui

MotoGP, Marcellino Lucchi: "Con il giovane Biaggi erano scintille"

Il collaudatore delle Aprilia iridate: "Con Capirossi e Rossi è stato diverso, ognuno ha il proprio carattere. Il ricordo più nitido? La prima RS Cube, difficile da subito"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Marcellino Lucchi è stato per anni una figura chiave in tutti i successi della Casa di Noale nel motomondiale. Ha lavorato nell'ombra, sviluppando le 125 e 250 che per anni hanno reso Aprilia una delle grandi protagoniste del mondiale.

Era al Mugello per festeggiare l'All Star Days, e ci ha concesso una simpatica intervista in cui ci ha raccontato alcuni episodi 'segreti' avvenuti nei suoi lunghi collaudi, svelando anche le grandi differenze di carattere tra alcuni dei più grandi campioni italiani della storia Aprilia con cui ha collaborato, ovvero Biaggi, Rossi e Capirossi.

Tanti gli aneddoti legati ai lunghi collaudi svolti per anni sulla pista del Mugello, tra cui il racconto della prima presa di contatto con la RS Cube, la prima MotoGP di Noale che nella sua versione originaria era un autentico mostro da domare.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti