Tu sei qui

SBK, Bautista insaziabile, conquista anche la Superpole Race, 2° Rea

Gara sospesa dopo soli sei giri per l’incidente tra Warokorn e Camier, seguiranno aggiornamenti. A completare il podio Lowes, 8° Davies

SBK: Bautista insaziabile, conquista anche la Superpole Race, 2° Rea

Superpole Race, ovvero tutto in soli dieci giri. Questa volta però non c’è stato l’incandescente testa a testa di Phillip Island, dal momento che Alvaro Bautista ha fatto il vuoto dopo poche tornate, senza lasciare la minima speranza e di riaprire i giochi a Johnny Rea.

La gara sprint si è però conclusa in anticipo, a seguito dell’incidente che ha visto coinvolta la wildcard Warokorn, attualmente al centro medico, e Leon Camier, tanto da costringere la direzione gara a esporre la bandiera rossa al sesto passaggio. In attesa di aver aggiornamenti in merito alle condizioni dell’asiatico, la pista ha consegnato alla Panigale V4 il quinto trionfo consecutivo di questo 2019.

Il Cannibale della Kawasaki si è quindi dovuto accontentare della seconda piazza, mentre la Yamaha di Alex Lowes ha completato il podio proprio come accaduto ieri in occasione di Gara 1. Chi rimane giù è invece van der Mark, seguito dalla ZX-10RR di Haslam, protagonista di un acceso duello con Melandri proprio come visto sabato. Tra i primi dieci anche la Ducati di Chaz Davies, costretta a consolarsi con l’ottavo posto davanti alla Kawasaki di Razgatlioglu e la BMW di Sykes. Da registrare la mancata partenza di Laverty, costretto a rimanere fermo ai box, dal momento che la sua Ducati non era ancora pronta dopo l’incidente di ieri.    

AGGIORNAMENTO - Warokorn è stato trasportato all'Ospedale di Buriram per ulteriori accertamenti. A seguito dell'incidente il pilota asiatico ha riportato lesioni al torace, trauma cranico e commozione cerebrale. Il suo weekend è quindi giunto al termine. 

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti