Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: “Petrucci mi ha toccato e fatto perdere l’ala”

Miller: “Potevo giocarmi il podio, invece la sella si è scollata e me la sono ritrovata in mano. Sembrava di essere seduto sul ghiaccio” 

MotoGP: Bagnaia: “Petrucci mi ha toccato e fatto perdere l’ala”

E pensare che le aspettative erano ben altre, invece a Losail nessuna delle due Ducati del team Pramac è arrivata al traguardo. Una domenica amara per Francesco Bagnaia e Jack Miller, usciti di scena dopo pochi giri dal via.

“È stato comunque un bel weekend – ha esordito Pecco -  dove abbiamo lavorato, ma siamo stati sfortunati. D’altronde giornate del genere possono accadere. Purtroppo alla prima curva ho fatto una linea diversa, che mi ha  consentito di superare diversi piloti. Il fatto è che Petrucci ha subito un sorpasso da matto, non so da parte di chi, e di conseguenza mi ha toccato, facendomi perdere un’ala”.

Nonostante le difficoltà, Pecco ha provato a rimontare, ma ogni tentativo si è rivelato vano.

“Ho provato a spingere lo stesso, ma non è stato possibile finire la gara, dato che era complicato. È stato importante compiere quei primi giri e capire diverse cose, senza però riuscire a finire con i migliori”.

Domenica amara anche per Jack Miller, costretto a depositare le armi per un problema alla sella. L’australiano ha spiegato quanto accaduto.

“La sella è incollata alla parte inferiore del telaio e questo è verniciato. Purtroppo è successo che la vernice non ha tenuto e si è scollata. Ci sono state tre sequenze che hanno caratterizzato la mia corsa. Alla prima curva non ho avuto problemi, poi alla seconda ho avvertito che la sella fosse rotta, mentre a quella seguente credevo che tutto si fosse risolto. Invece mi ero sbagliato, dato che alla curva seguente mi sono ritrovato la sella in mano e ho deciso di buttarla. Il fatto è che correre con il solo fondo in carbonio e come essere sul ghiaccio, dato che la superficie di base è liscia e non puoi sporgerti dalla moto e compiere i soliti movimenti”.

Un grattacapo non da poco per Jack.

“Purtroppo nelle curve da 45° non riuscivo a piegare oltre i 60°, mentre la gomma anteriore era fortemente stressata. Dispiace davvero tanto, perché nelle qualifiche mi sentivo bene e sono convinto che avevamo tutte le carte in regola per puntare al podio. Invece sono stato costretto a ritirarmi, dato che non ero in grado di guidare”.

In merito alla questione, sembra che qualcuno abbia chiesto addirittura una penalità per il comportamento di Jack nel buttare via la sella, perché considerato pericoloso.

“Credo di essere già stato penalizzato abbastanza, non so cosa dovrei meritare altro. Pensate sia una manovra pericolosa? Non avevo altra scelta che buttare via la sella per guidare la moto”.      

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti