Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "Ho dolori dappertutto, si tratterà di sopravvivere"

Jorge protagonista di due cadute: "Non è stata una bella giornata, sarà una gara difficile. La prima caduta è stata sfortuna ed inesperienza su questa moto"

MotoGP: Lorenzo: "Ho dolori dappertutto, si tratterà di sopravvivere"

Jorge Lorenzo ha assaggiato ben due volte il duro asfalto di Losail in questo primo sabato di qualifiche da pilota Honda. Lo spagnolo è caduto una prima volta in FP3, nel corso di un primo giro in cui era partito dai box con negli occhi la vivida determinazione di chi vuole fare qualcosa di speciale. Nel suo caso, fare qualcosa di speciale voleva dire migliorare il proprio riferimento del venerdì e conquistare un posto al sole della Q2.

Un intento che si è tuttavia infranto molto presto, a causa di un high-side che non si è risolto con un semplice ruzzolone nelle vie di fuga. Lorenzo è infatti rimasto steso qualche secondo in più del previsto a terra, ed è apparso immediatamente chiaro che la caduta qualche conseguenza l'aveva portata.

Jorge ha però tenuto duro, e dopo aver verificato che non ci fossero danni seri, ha inforcato di nuovo la RCV prima per la FP4 e poi per la Q1, affrontata nuovamente con la volontà di sorprendere. Lo spagnolo ha però trovato un altro tranello sul proprio cammino, rappresentato questa volta da una temperatura scesa pericolosamente sotto i livelli di guardia. L'ironia della sorte è che proprio Lorenzo era uno dei maggiori promotori dell'iniziativa di anticipare gli orari del Gran Premio per scongiurare rischi simili.

Il prezzo da pagare per la somma di tutte queste circostanze, sarà una partenza domani dalla casella n°15 dello schieramento, non il massimo per il debutto in gara con i colori della HRC, ma almeno Lorenzo può consolarsi sapendo che alla sua sinistra si troverà un certo Valentino Rossi, che da buon racer potrebbe rappresentare il gancio giusto per risalire velocemente la china.

"Avevo un po’ di colore alla schiena oggi - ha spiegato -  adesso andrò a dormire e vedremo come mi sveglierò domani. Se non starò bene farò altri controlli, se mi sentirò meglio andrò verso la pista pensando solo alla gara di domani. Oggi non è stato di certo un gran giorno".

E' stata solo sfortuna o c'è qualche problema con la moto?
"Sono stato molto sfortunato con la prima caduta, ci sono state una serie di coincidenza alla base di quella caduta. Un high side causato anche dalla mia poca esperienza con questa moto. È stata strana e l’impatto abbastanza forte ha creato qualche problema dal punto di vista fisico. Il dolore è aumentato tra la FP4 e le qualifiche, poi in qualifica sono caduto di nuovo anche perché la temperatura era scesa parecchio. Non una buona giornata per noi".

Che gara ti aspetti domani?
"Credo che domani sarà una gara di sopravvivenza. Per tutti, ma credo specialmente per me a causa della mia poca esperienza con la moto e per via delle mie condizioni fisiche".

Ti preoccupa anche il dolore?
"Soprattutto per questo sono preoccupato, ho dolori alle mani, ai piedi. Sono pieno di dolori, da tutte le parti. Credo davvero che viste le condizioni, soprattutto per me, ma credo anche per molti altri, si tratterà di una gara di sopravvivenza".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti