Tu sei qui

MotoGP, Hamilton: "Avrei voluto correre in moto. Girare con Rossi? Un sogno"

"Mio padre disse che era troppo pericoloso e mi comprò un kart. Sono veloce in sella ma non abbastanza, se non fosse per la F1 ora sarei a girare"

MotoGP: Hamilton: "Avrei voluto correre in moto. Girare con Rossi? Un sogno"

Era atteso come il super ospite della giornata, e Lewis Hamilton non ha tradito le attese. Il campione del mondo di Formula Uno si è presentato in pit lane con lo sguardo del vero appassionato, aggirandosi tra i box incuriosito e scattando tante foto ricordo. L’inglese ha poi parlato ai microfoni di Sky, raccontando ancora una volta tutta la sua passione.

“Ho sempre amato le moto. Molti non lo sanno – spiega Lewis - ma quando avevo cinque anni avevo la moto da cross, mio padre disse che era stato troppo pericoloso così mi comprò un kart. Ho sempre avuto la passione per le due ruote, ho fatto delle giornate di allenamento sia nel 2017 che nel 2018 e mi sono divertito davvero tanto”.

L’ultima apparizione del britannico sulle due ruote è stata a Jerez, in sella ad una R1 in compagni di Alex Lowes e Michael Van Der Mark, che hanno confermato come Lewis sia già veloce.

“Non sono velocissimo, non sono terribile ma nemmeno veloce abbastanza, quindi continuerò ad allenarmi. Se non fossi impegnato con la Formula uno ora sarei a girare da qualche parte, amo guidare. Una cosa che cambia molto è la distanza di frenata”.

In tanti hanno paventato l’ipotesi di un cambio tra auto e moto per Hamilton, ma Lewis chiarisce con sincerità la situazione

“Cambiare? Ci penso ma sarebbe molto difficile. Io corro sui kart da quando avevo otto anni – analizza - mentre chi corre qui si allena sulle moto da quell’età, sono troppo vecchio per cambiare ma mi diverto a guidare”.

Quel che è certo è il fatto che Lewis, prima o poi, si potrà divertire al ranch con Valentino Rossi. Altra cosa sicura è il fatto che potrà guidare una MotoGP, magari all’interno di uno scambio di mezzi con il 46.

“Devo andare al ranch, sono mesi anzi anni che ne parliamo ed ogni volta mi prometto di farlo. Se fosse durante la stagione mi piacerebbe anche solo guardare. Lo scambio con Vale? Sicuramente guiderò la MotoGP – confessa - in qualche modo: essere in pista con Vale sarebbe pazzesco, sono un suo grande fan ma dovrebbe insegnarmi tutto”.

In conclusione Hamilton analizza la situazione nel suo campo, ossia le quattro ruote

“Credo che le sfide siano ciò che mi tengono in vita, voglio capire con il team perché siamo indietro e spremere tutto dalla macchina. Io voglio dare di più durante il weekend, la sfida sarà lunga ed arriveranno vari sviluppi durante l’anno, so come è stata concepita l’auto”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti