Tu sei qui

SBK, Buriram si tinge di rosa: al via anche Ratchada Nakcharoensri

Oltre a Maria Herrera, presente anche la giovane asiatica, per la prima volta nella storia la SSP vedrà ben due donne ai blocchi di partenza

SBK: Buriram si tinge di rosa: al via anche Ratchada Nakcharoensri

Il suo volto è già impresso sulla locandina dell’evento. Non stiamo parlando di Johnny Rea, ma di Ratchada Nakcharoensri, giovane pilota thailandese che prenderà parte al round di Buriram nella SuperSport, in sella alla Yamaha del team PTT Lubricants TANN Racing.

Conosciuta come “Tann”, l’asiatica ha iniziato ad avvicinarsi al mondo delle competizioni all’età di 11 anni, influenzata dalla passione del fratello maggiore Anucha, campione nazionale in Superbike e wild card nell’appuntamento thailandese del 2015, quando concluse col 17esimo posto Gara 2 della classe regina.

Il tracciato di Buriram non nasconde segreti per la ventottenne, dal momento che nel 2017 è scesa in pista come wild card nel FIM Asia Road Racing Championship, mentre lo scorso anno è arrivata terza nella Supersport 600, nel campionato PTT BRIC Superbike.

Quello del Chang si preannuncia quindi un weekend che ha il sapore di storia per la SuperSport, dal momento che per la prima volta vedremo al via ben due donne nella categoria. Oltre a Ratchada, non mancherà infatti Maria Herrera, reduce dal sedicesimo posto di Phillip Island.

La thailandese è solo l’ultima delle tante donne che hanno partecipato a una gara delle derivate. Nella Sport300 troviamo infatti Ana Carrasco, senza scordarsi di Avalon Biddle. Tornando indietro nel tempo impossibile scordarsi di Melissa Paris, così come la vicentina Paola Cazzola. E che dire poi di Katja Poensgen, Marie-Josée Boucher, così come la britannica Jenny Tinmouth e l’ungherese Nikolett Kovacs.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti