MotoGP, Il professor Freddie Spencer sale in cattedra

Da quest'anno il tre volte iridato e leggenda degli anni '80 è a capo del collegio giudicante della Direzione di Gara

Share


Una delle novità della stagione 2019 è l'arrivo dell'ex tre volte iridato Freddie Spencer nel consesso giudicante della Direzione di Gara.

'The Fast' era stato voluto dall'ex presidente della FIM, il venezuelano Vito Ippolito che aveva bisogno di un personaggio in grado di essere riconosciuto dai piloti come una autorità e nel contempo mediaticamente forte per assumersi il peso delle decisioni.

La scelta è caduta su Spencer, iridato nel 1983 e due volte (una in 250) nel 1985. L'ultimo pilota a vincere due mondiali in una sola stagione, con la Honda.

Grande rivale dapprima di Kenny Roberts e poi di Eddie Lawson, Freddie nella sua epoca è stato una vera e propria star. Inavvicinabile da chi non era nella sua ristretta cerchia , ma nel contempo educato ed affabile. Molto distante dal 'racer' King Kenny, di cui ruppe l'egemonia anche a livello comportamentale.

"Ai miei tempi le regole c'erano, ma non si spaccava un capello in quattro. Oggi sembra essere necessario. Perché? Ma perché i tempi sono cambiati, l'ambiente è diverso, è tutto diverso. Come prendo questo lavoro nuovo per me? Un giorno alla volta. Ho studiato i regolamenti con attenzione. Come ho sempre fatto anche durante la mia carriera affronterò le cose con metodo".

Il primo atto della nuova carriera di Fast Freddie come giudice è stato quello di presenziare, nella posizione d'onore, al centro del tavolo, alla prima riunione dell'anno dei piloti. Nella foto è al fianco di Franco Uncini, anche lui ex iridato in 500 nel 1982.

Share

Articoli che potrebbero interessarti