Tu sei qui

Moto3, Test Qatar: solo Masaki fa meglio di Fenati, 4° Dalla Porta

I TEMPI ALLE 15:30 - Il giapponese precede l'ascolano di 51 millesimi, in Moto2 Lowes davanti a Gardner e Luthi, poi Marini e Baldassarri

Moto3: Test Qatar: solo Masaki fa meglio di Fenati, 4° Dalla Porta

È l’ultima occasione per affilare le armi in vista del primo round stagionale di questo 2019. A Losail riflettori accessi sulla giornata conclusiva dei test riservati a Moto3 e Moto2. Rispetto a venerdì e sabato si è registrato un ulteriore miglioramento delle condizioni meteo con temperature stabili sopra i venti gradi e assenza di vento che potesse caratterizzare la sessione.

Nella  minima cilindrata Romano Fenati e la sua Honda confermano ancora una volta la propria fiducia con il tracciato qatariota, anche se davanti a tutti spicca una KTM dopo il primo dei tre turni. È quella di Kazuki Masaki, che blocca il cronometro sul tempo di 2’06”246, precedendo l’ascolano di soli 51 millesimi. Poi i distacchi tendono a salire, dal momento Suzuki è distante dalla vetta si quasi tre decimi, incalzato a un solo millesimo da Lorenzo Dalla Porta. Rimanendo in tema di italiani, si registra un passo avanti da parte di Dennis Foggia (+0.378), capace di agguantare la nona piazza, precedendo di soli 88 millesimi Tony Arbolino, quest’ultimo secondo al termine del sabato.

Una confronto diretto quello tra i portacolori Sky Racing Team VR46 e Snipers, che chiudono la top ten. Rimane invece fuori Niccolo Antonelli (+0.693), soltanto dodicesimo seguito da Aron Canet (+0.701), quest'ultimo al via del Mondiale con il colori del Max Racing Team. Oltre la ventesima piazza invece Celestino Vietti, il quale è riuscito a migliorare di due secondi il crono del venerdì, su una pista dove corre per la prima volta. Alle spalle del piemontese Migno, mentre la new entry Riccardo Rossi chiude il gruppo.

Saltando invece alla Moto2, Sam Lowes fa valere il proprio potenziale con il tempo di 1’58”642, precedendo Remy Gardner. Insieme ai migliori spicca anche Tom Luthi, di nuovo al via della categoria dopo la parentesi con Marc VDS (+0.234) nella classe regina. Tra gli azzurri il più veloce è ancora una volta Luca Marini, autore del quarto tempo davanti a Lorenzo Baldassarri. Il marchigiano manda finalmente un segnale di vitalità, portandosi tra i primi cinque.

A vedere dalla classifica non compaiono altri italiani presenti nella top ten, dal momento che Andrea Locatelli deve accontentarsi del quattordicesimo crono, seguito dai rookie Bulega e Di Giannantonio, mentre a chiudere i primi venti Bastianini e Corsi. Nelle retrovie la MV Agusta di Aegerter e Manzi.      

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti