Tu sei qui

SBK, Bautista non fa sconti, conquista anche la Superpole Race

Lo spagnolo precede Rea, mentre Haslam completa il podio, 4° Lowes, 6° Melandri, 8° Rinaldi seguito da Laverty e Davies, 11° Sykes

SBK: Bautista non fa sconti, conquista anche la Superpole Race

Superpole Race, ovvero dare tutto quello che si ha in soli dieci giri. La gara sprint era una delle novità più attese di questa stagione del Mondiale Superbike e Alvaro Bautista non ha voluto fare sconti. Il portacolori Aruba ha conquistato anche l'appuntamento del mattino, battendo Johnny Rea. Rispetto a quanto visto sabato, il gap tra i due rivali è stato di solo un secondo.

Nessuno ha infatti pensato di scendere in pista a conservare le gomme, l’obiettivo era infatti quello di attaccare senza indugi e portarsi a casa la vittoria. Ci è riuscito per la seconda volta nel weekend lo spagnolo, al termine di un incandescente testa a testa con l’alfiere Kawasaki durata quasi otto giri. Poi, a due tornate dalla conclusione, l’alfiere Aruba ha trovato lo spunto per allungare, senza che Rea riuscisse ad colmare il distacco.

Sul gradino più basso del podio spicca invece Leon Haslam, che riscatta la caduta di sabato in Gara 1. Il portacolori KRT ha preceduto il quartetto Yamaha formato da Lowes, van der Mark, Melandri e Cortese, mentre in ottava piazza Michael Rinaldi. Il pilota di casa Barni sta dimostrando grande fiducia in quella che è la sua prima apparizione a Phillip Island, a tal punto da battere nuovamente Chaz Davies, decimo al traguardo preceduto anche da Laverty.

Superpole Race amara invece per TomSykes, soltanto undicesimo qualche sbavatura di troppo, seguito dal compagno Reiterberger e dalla Honda di Leon Camier. Nel finale di gara da registrare la carambola che ha visto coinvolti  Torres, Mercado e Razgatlioglu.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti