Tu sei qui

SBK, Foti: "Bautista è stato più forte degli avversari e della temperatura"

Il team manager spiega "Ha girato con gli stessi tempi dei test nonostante i venti gradi in più sull'asfalto. A Davies manca ancora la fiducia con la moto"

SBK: Foti: "Bautista è stato più forte degli avversari e della temperatura"

In questa giornata trionfale per Ducati non possono che sprecarsi i commenti positivi. Uno dei portavoce più autorevoli non può che essere Serafino Foti, team manager del team Ducati Aruba nonché profondo conoscitore del mondo a due ruote.

“Siamo contentissimi ovviamente – apre Foti – dato che Alvaro ha fatto un altro mestiere e sinceramente ce lo aspettavamo dopo i test, dove abbiamo visto sia il suo potenziale che quello della moto. Chiaramente nei test compi un lavoro prettamente di sviluppo, ma i quindici secondi che ha rifilato oggi al secondo sono davvero tanti. Fortunatamente ha impiegato poco tempo per adattarsi alle gomme: dopo la gara ha detto di aver gestito tranquillamente le cose, quindi dobbiamo fare i complimenti a lui ed alla Ducati”.

Serafino ha una spiegazione chiara e razionale per il dominio della sua nuova punta di diamante

“Se si guarda il suo ritmo è stato molto simile all’uscita prolungata che ha svolto nei test, ma con una temperatura più bassa. La sua forza è stata quella di mantenere lo stesso passo dei test con venti gradi in più sull’asfalto, a differenza degli altri”.

Un dato che salto all’occhio è il fatto che Bautista abbia girato sull’isola anche più veloce di quanto fatto la Ducati GP17

“E’ difficile fare paragoni analizza - dato che la MotoGP corre qui con temperature più fredde. Se guardiamo i tempi in effetti è stato più veloce con la Superbike, ma l’importante è che sia contento della moto e del team. Siamo felici di tutto ciò perché lo conosciamo da poco ma si è subito adattato al meglio”.

C’è però una note dolente in questa giornata, ossia l’opaca prestazione di Chaz Davies

“Ci spiace per Chaz. Dobbiamo analizzare i dati perché è impossibile vederlo decimo, visto anche il suo grande spirito combattivo in gara. Dobbiamo capire perché non è riuscito ad esprimersi al meglio, in modo da rendere veloce anche lui”.

Foti comunque non si demoralizza ed anche per il gallese ha una spiegazione, oltre a tanta voglia di lavorare per farlo emergere nuovamente

“Partiamo dal fatto che Chaz non ha mai amato questa pista, anche se in passato ha colto anche dei podi. In questo momento è in ritardo con la preparazione e di conseguenza non ha fiducia con la moto, ma sono sicuro che con il tempo arriverà al top anche lui. Dobbiamo più che altro capire perché abbia usurato eccessivamente la gomma nella seconda parte di gara”.

In ogni caso i complimenti di Gigi Dall’Igna non sono giustamente mancati

"Gigi manda messaggi a tutti – conclude - e lo ringraziamo essendo il papà del progetto. Cosa ha scritto? Ha fatto i complimenti a tutti, più tardi sicuramente ci sentiremo. Tutti comunque hanno fatto un grande lavoro e li ringrazio: l’inverno non è stato semplice dato che abbiamo lottato contro il tempo”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti