Tu sei qui

SBK, A Phillip Island debutta la Superpole Race, ecco come funziona

Tutto quello che c’è da sapere sulla novità introdotta quest’anno da Dorna, che prevede una gara sprint di 10 giri la domenica mattina

SBK: A Phillip Island debutta la Superpole Race, ecco come funziona

Il 2019 è l’anno delle novità per il Mondiale Superbike. In pista abbiamo visto i debutti della Panigale V4 e della nuova S1000RR, ma anche il ritorno di HRC al fianco del team Moriwaki Althea. Le sorprese non sono però finite qua, dal momento che anche il format ha subito qualche aggiornamento. Uno di questi è l’introduzione del turno unico di qualifica, che va di conseguenza a eliminare la vecchia Superpole, divisa in SP1 e SP2.

Se con la qualifica abbiamo avuto un primo assaggio stamani, domani sarà la volta di un’altra novità. Stiamo infatti parlando della Superpole Race, ovvero la gara sprint della durata di soli dieci giri. La griglia di partenza è quella stabilita in occasione della qualifica del sabato, mentre cambia il sistema di punteggio. Al primo classificato verranno assegnati 12 punti, al secondo 9, al terzo 7, poi 6, 5, 4, 3, 2 e 1 punto fino al nono posto.

La Superpole Race stabilirà inoltre la griglia di Gara 2, che manterrà il proprio formato tradizionale, così come il sistema di punteggio. I primi nove piloti classificati nella gara della domenica mattina saranno coloro che apriranno lo schieramento di Gara2, coloro che hanno terminato invece dalla 10^ posizione a seguire saranno ordinati in base ai tempi stabiliti nella Superpole del sabato. L’appuntamento è per questa notte alle 2.00. Alle 5:00 invece Gara 2.  

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti